microcredito_6

SAN GIORGIO A CREMANO- La città di San Giorgio a Cremano stanzia un contributo di 50 mila euro per il microcredito, destinato ai giovani che vogliono aprire una nuova attività imprenditoriale o commerciale sul territorio cittadino.

La mozione, proposta dal consigliere di maggioranza Giuseppe Giordano, è stata approvata in Consiglio Comunale da maggioranza e opposizione e prevede lo stanziamento di un contributo a fondo perduto fissato in 50.000 euro per il 2016, volto a formare prima e sostenere poi i giovani e le donne che, puntando su se stessi e sulle risorse del nostro territorio, hanno intenzione di avviare un’attività commerciale, artigianale o professionale.Il progetto è diviso in due step: dalla formazione all’erogazione del contributo, in un percorso virtuoso completo che accompagnerà coloro che faranno richiesta del contributo.Secondo quanto previsto nel progetto di sostegno all’auto-impiego

 – nella prima parte saranno organizzati corsi per fornire ai giovani tutte le informazioni utili a gestire un’attività e offrire un quadro del tessuto commerciale del territorio, al fine di renderli autonomi nell’affrontare la sfida imprenditoriale o commerciale.

 – La seconda parte prevede invece la pubblicazione di un bando pubblico per l’erogazione del suddetto contributo .

“Il sostegno dell’auto-imprenditorialità è un’importante risposta per i giovani in un tempo di difficoltà delle istituzioni a investire su di essi – afferma il sindaco Giorgio Zinno – Pertanto l’Amministrazione di San Giorgio a Cremano scende in campo per il sostegno delle iniziative che rappresentano reali opportunità per i cittadini e il territorio. Non appena adempiute le formalità per la costituzione materiale del Fondo, sarà emanato l’Avviso pubblico per la presentazione delle istanze e per l’avvio del percorso di tutoraggio con il quale si trasmetterà anche il concetto del fare ‘rete’ e ‘sistema’ al fine di rimanere sul mercato in modo concorrenziale”.Il progetto del microcredito infatti, oltre a fornire reali opportunità lavorative sul territorio  necessita di competenze che l’amministrazione mette a disposizione dei giovani, creando una sinergia tra le professionalità già presenti sul territorio e quelle che nasceranno.L’esperienza de microcredito ha favorito lo sviluppo del tessuto commerciale di numerose cittadine soprattutto in Emilia ed in Toscana ma è la prima esperienza nella provincia di Napoli. La nascita di nuove imprese sul territorio darà una rinnovata vivacità alla città, aiuteràl’intero settore a crescere .”Vogliamo proseguire il percorso di confronto e dialogo con il tessuto produttivo della città – afferma l’assessore alle Attività Produttive, Annarita D’Arienzo – perché crediamo che la crescita della nostra comunità passi anche dal rilancio delle attivitàproduttive”.L’idea del consigliere di maggioranza che ha presentato la mozione, Giuseppe Giordano rientra negli obiettivi dell’Amministrazione Zinno:”Il progetto del microcredito – conclude –  è l’esempio di come quest’amministrazione intende essere vicina alle esigenze della propria comunità ponendosi come obiettivo la crescita e lo sviluppo della stessa e non il solito assistenzialismo”.Un ringraziamento va anche all’opposizione che ha votato, compatta con la maggioranza questo provvedimento.  

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments