alibus1

NAPOLI – “Le poche giornate piovose e il traffico perennemente intasato in via Marina potrebbero portare, a breve, a innalzamenti insostenibili dell’inquinamento a Napoli e, purtroppo, dobbiamo constatare che ancora non c’è stato quel cambio che ci saremmo aspettati per evitare emergenze e le solite misure tampone, a cominciare dal blocco della circolazione che ha ormai ampiamente dimostrato la sua inutilità”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il portavoce regionale Vincenzo Peretti, per i quali “i dati di LegAmbiente e quelli che ci arrivano dalle centraline delle grandi città italiane fotografano una situazione davvero difficile che continua a essere affrontata nel modo sbagliato”.“Già quando ci siamo trovati di fronte ad altre emergenze, abbiamo proposto alcune soluzioni semplici ma immediate come quella dell’innaffiamento delle strade in modo che le polveri sottili restino a terra e non salgano diventando pericolose quindi per uomini e animali” hanno aggiunto Borrelli e Peretti, ricordando che “per il centro urbano di Napoli invece diminuzioni concrete dei livelli di inquinamento potranno arrivare solo se ci sarà l’elettrificazione del porto, un maggior controllo delle raffinerie e dei depositi di carburante dell’area orientale, in attesa poi di una possibile delocalizzazione e una piantumazione straordinaria di alberi in grado di mitigare l’effetto dell’inquinamento”.“Fortunatamente, con la fine del commissariamento dell’autorità portuale e l’insediamento di Pietro Spirito alla presidenza, s’è aperta una nuova fase che sta già dando i primi frutti, come dimostra l’avvio del collegamento diretto tra il porto e l’aeroporto con l’Alibus che attraverserà l’area portuale e fungerà anche da navetta per i pendolari verso le isole” hanno concluso Borrelli e Peretti che, questa mattina, erano presenti all’avvio del servizio e ha discusso con il presidente dell’Autorità portuale “della strada da seguire per ridurre i tempi necessari ad avviare e completare l’elettrificazione del porto e della possibilità che altre linee dell’Anm possano attraversare l’area portuale riducendo i tempi di percorrenza e alleggerendo il traffico in via Marina”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments