NAPOLI – Istituire a Napoli un registro per il diritto dei fanciulli alla bigenitorialità, con la creazione di un apposito garante. Questa la proposta contenuta in una delibera di iniziativa consiliare presentata oggi a via Verdi dal consigliere comunale Andrea Santoro (Fratelli d’Italia) e dal prof. Amedeo Paolucci, presidente dell’Associazione Mantenimento Diretto – Movimento per l’Uguaglianza Genitoriale.

“La litigiosità che accompagna spesso le separazioni non può e non deve danneggiare i figli, che hanno il diritto ad essere cresciuti responsabilmente da entrambi i genitori, sebbene non vivano insieme. Partendo da questa consapevolezza -spiega Andrea Santoro- mi sono fatto carico di formalizzare in Consiglio comunale la proposta del prof.Paolucci e della sua associazione, tesa a creare un registro dove annotare l’indirizzo di entrambi i genitori per i figli separati: in questo modo tutte le comunicazioni importanti riguardanti la vita dei figli, da quelle scolastiche a quelle sanitarie come gli obblighi vaccinali, verranno inoltrate ad entrambi i genitori sebbene non vivano insieme e non più al solo indirizzo di residenza del minore.

Si può anche smettere di essere marito e moglie ma non si può smettere di essere padre e madre”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments