TORRE DEL GRECO – Umido, secco, multimateriale, carta e vetro: sono le cinque tipologie di rifiuti che da domani, giovedì 18 gennaio, sarà possibile conferire nella prima delle tre ecoisole che Velia Ambiente, la ditta che si occupa del servizio di raccolta a Torre del Greco, ha deciso di installare di concerto con l’amministrazione comunale in altrettanti punti strategici della città.
Il montaggio della prima è avvenuto oggi nella zona del parcheggio Palatucci in via Alcide De Gasperi, a ridosso degli uffici di palazzo La Salle, alla presenza tra gli altri del sindaco Luigi Mennella e dell’assessore Antonio Ramondo. In giornata saranno caricati i codici fidcali di riferimento di tutti gli intestatari della Tari: solo loro, attraverso le tessere sanitarie (così come avviene per il ritiro dei kit della differenziata) potranno utilizzare l’ecoisola. Il primo a sperimentare il funzionamento della struttura è stato proprio il sindaco: “Si tratta di un ennesimo tentativo – afferma Mennella – che l’amministrazione compie, da un lato per fare crescere la percentuale di differenziata in città e dall’altro per provare ad agevolare i cittadini. I nostri sforzi e quelli di tutti i torresi virtuosi stanno dando i primi, importanti frutti, tanto che i dati relativi alla raccolta differenziata sono passati dal 18% di inizio ottobre all’attuale 35%. Dato che contiamo di migliorare con la collaborazione di tutti”.
Per venire incontro alle esigenze di sicurezza e per evitare atti vandalici, nella zona sono stati nel frattempo rafforzati i sistemi di videosorveglianza.
L’ecoisola di via De Gasperi non sarà l’unica installata da Velia a Torre del Greco: “A stretto giro – sottolinea l’assessore Ramondo – ne verranno posizionate altre due, nella zona di Leopardi e a ridosso della stazione centrale della Circumvesuviana”. Si è invece tenuto martedì 16 gennaio, nella sede della Stecca in via Calastro, un partecipato corso intensivo di aggiornamento e formazione per ispettori comunali volontari organizzato dal Corpo Gav con la partecipazione anche di rappresentanti di Torre Vesuvio-Pro Natura, le due associazioni che hanno firmato con l’ente una convenzione per avviare un’attività di informazione e controllo sul territorio. Oltre trenta gli attestati consegnati ai partecipanti: saranno queste persone a formare l’ossatura dei volontari che opereranno in sinergia con la polizia municipale per provare ad arginare le possibili irregolarità sul fronte di una corretta differenziata.
Alle buone notizie sul fronte rifiuti, in queste ore si contrappone però l’indizione di uno sciopero di alcuni lavoratori dello Stir di Tufino (impianto dove confluiscono, per il regolare trattamento, parte dei rifiuti prodotti anche da Torre del Greco). Si registrano lunghe file all’impianto e notevoli ritardi nello smaltimento dei carichi. Se l’agitazione dovesse proseguire, non si escludono dunque ripercussioni sulla regolarità del servizio di recupero delle diverse frazioni prodotte quotidianamente.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments