TORRE DEL GRECO – Cinque parlamentari, la vicepresidente del consiglio regionale della Campania e un’ampia rappresentanza di consiglieri e assessori comunali, insieme a diverse sigle sindacali e associative legate ai lavoratori del mare. È stata molto partecipato l’incontro promosso dall’amministrazione comunale di Torre del Greco nell’aula consiliare di palazzo Baronale. Tema in discussione, le numerose difficoltà affrontate dai marittimi, oggi alle prese con l’ultima novità legata alla riduzione dell’indennità di malattia, passata dallo scorso primo gennaio dal 75% al 60%. Ma durante il confronto sono state affrontate tutte le problematiche da sempre sollevate dalla gente di mare, alcune anche storiche, come l’eccessivo precariato e le condizioni di lavoro che devono sopportare una buona parte delle persone imbarcate.

Al termine dell’incontro, promosso dal primo cittadino insieme all’assessore al mare Salvatore Piro, Luigi Mennella ha stabilito che si farà latore di una proposta nei confronti degli altri colleghi delle città che ospitano i più importanti marittimi nazionali, chiedendo che i singoli consigli comunali approvino un ordine del giorno comune da sottoporre all’attenzione delle forze di governo: “Al centro del documento – ha spiegato il sindaco di Torre del Greco a margine del confronto pubblico – non solo la questione legata al taglio dell’indennità di malattia, ma tutte le tematiche emerse nel corso del dibattito e che rappresentano motivo di doglianza da parte dei lavoratori”.

Ad ascoltare il sindaco il senatore Luigi Nave (M5S), i deputati Alessandro Caramiello e Gaetano Amato (M5S), Arturo Scotto e Marco Sarracino (Partito Democratico); la vicepresidente del consiglio regionale Loredana Raia; il vicesindaco Michele Polese, gli assessori Salvatore Piro e Laura Vitiello e diversi esponenti del consiglio comunale di Torre del Greco. Caramiello in particolare ha sottolineato come mercoledì 7 febbraio è in programma in Prefettura un incontro sull’argomento, nato dopo le proteste delle settimane scorse e le successive iniziative politiche, momento al quale prenderà parte anche il sottosegretario Claudio Durigon. I parlamentari Scotto e Sarracino hanno invece portato all’attenzione dei presenti il fatto che insieme hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta ai ministri del lavoro e delle politiche sociali, della salute e delle infrastrutture e dei trasporti. Nel documento firmato dai due deputati Pd si ricorda del taglio dell’indennità di malattia della gente di mare ma anche dell’assenza della categoria tra quelle appartenenti ai lavori usuranti, chiedendo agli esponenti di governo se “non ritengano di rivedere la scelta effettuata in sede di legge di bilancio”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments