14.7 C
Napoli
giovedì 28 Ottobre 2021

Nuoto, nel fine settimana quinta edizione del Trofeo Flegreo alla piscina di Monterusciello

-

POZZUOLI – Due giorni di gare con in vasca 750 atleti agonisti e 450 master; oltre cento società in rappresentanza di quasi tutte le regioni italiane; nuotatori motivati a una settimana dai campionati italiani in vasca corta, naturale viatico dei mondiali che si terranno ad Hangzhou, in Cina, dall’11 al 16 dicembre.

È il ricco menu della quinta edizione del Trofeo Flegreo, il classico appuntamento natatorio promosso presso lo Sporting Club Flegreo di Monterusciello a Pozzuoli dalla società Eventualmente-eventi & comunicazione di Luciano Cotena sotto la direzione tecnica di Francesco Vespe.

La competizione, che si svolge in vasca corta di 25 metri, è in programma domani, sabato 24, e domenica 25 novembre ed è come di consueto aperta agli atleti agonisti e master.

Ricco il programma di gara, che si sviluppa la mattina (9.30-13) con le gare dei master e il pomeriggio (15.30-19.30) per le prove riservate agli agonisti: per i master sono previste le gare dei 50, 100 e 200 di tutti gli stili, 400 stile libero, 100 e 200 misti, staffetta 4×50 sl e 4×50 misti e mi-staffetta 4×50 sl e 4×50 misti (con squadre composte da due uomini e due donne); per gli agonisti in programma le prove sulle distanze dei 50, 100 e 200 di tutti gli stili, 400 stile libero e 200 misti. Tanti gli atleti che nella categoria agonisti puntano a sondare il loro stato di forma in vista dei campionati italiani in vasca corta di Riccione del 30 novembre e del primo dicembre, campionati che qualificheranno ai mondiali in vasca corta in terra cinese.

Per i master, invece, la gara è come sempre valida quale prima tappa del campionato italiano supermaster che andrà avanti con una serie di tappe a giugno del 2019. Numeri da record: ai blocchi di partenza si presenteranno circa 750 atleti tra gli agonisti e 450 tra i master, con un numero complessivo di atleti-gara (singolo iscritto ad ogni specifica gara) che supera quota 2.500. Tante le regioni rappresentate: oltre alla Campania, che conta il maggior numero di partecipanti, ci sono Calabria, Basilicata, Puglia, Lazio, Molise e Abruzzo, per quello che si presenta come una sorta di campionato del centro sud. Ma tante sono le presenze importanti che giungeranno anche dal nord. Basti pensare che tra le società coinvolte (oltre 50 sia tra gli agonisti sia tra i master) ci saranno ben 26 atleti dell’Insport rane rosse (società della Lombardia). Molto nutrito anche il contingente di club come Centro Nuoto Lucano Savigi, Accademia del Nuoto Barletta, Swim project Venafro. A livello campano spiccano poi le rappresentative dell’Assonuoto Caserta, Canottieri Napoli, Olimpic e Sporting Club Flegreo. Numerosi i nomi di giovani di sicuro interesse nazionale, tra i quali spiccano Noemi e Antonietta Cesarano, Angela D’Afiero, Martina Rossetti (Rane Rosse), Lara Buondonno.

Il team organizzativo intanto guarda al futuro: “Siamo già al lavoro – afferma il responsabile della società Eventualmente eventi & comunicazione, Luciano Cotena – per la prossima primavera, quando in una rinnovata piscina Scandone proporremo la quarta edizione del Grand Prix Città di Napoli, competizione che lo scorso anno ha visto il ritorno in gara a Napoli di Federica Pellegrini e il debutto partenopeo di Luca Dotto, oltre a tanti atleti big italiani che poi hanno vinto diverse medaglie ai campionati europei di Glasgow. Per il 2019 abbiamo in cantiere una serie di sorprese e di grandi nomi nazionali ed internazionali, che potranno testare il rinnovato impianto di Fuorigrotta in vista delle Universiadi, che andranno in scena qualche settimana dopo. Con questo potenziale, Napoli e la piscina Scandone si candidano per ospitare nell’immediato futuro un grande evento ufficiale di nuoto di caratura internazionale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x