solfatara-pozzuoli-1

POZZUOLI – Ennesima scossa di terremoto nell’area flegrea. Un sisma di magnitudo 1,8 della scala Ritcher con profondità a 2170 metri ed epicentro tra l’area della Solfatara ed Agnano è stato registrato dai sismografi dell’Osservatorio Vesuviano alle 00,54 di questa notte.

L’evento è stato preceduto dal solito boato avvertito dai residenti della zona Solfatara e dei quartieri costieri tra via Napoli e Bagnoli.

L’evento principale è stato preceduto e seguito da movimenti tellurici di minore entità a profondità tra i 3 ed i 4 km non tutti avvertiti dalla popolazione.

Per fortuna non si segnalano danni a persone e cose. Nella giornata del 6 gennaio si era verificato un’altra scossa di entità 1,2 di magnitudo avvertita sempre dalla popolazione.

Intanto il Comune di Pozzuoli, visto il ripetersi degli eventi ha approvato in giunta alcuni indirizzi operativi per monitorare ancora di più il fenomeno del bradisismo ed attivare una serie di misure di assistenza ai cittadini.

“È un passo in avanti che facciamo nella nostra attività di pianificazione di protezione civile – ha affermato il sindaco Figliolia-, quindi non c’è nulla di cui allarmarsi visto che al momento vulcanologi e scienziati sono concordi nel dire che non ci sono segnali oltremodo preoccupanti. Il monitoraggio è costante. Siamo vigili ma tranquilli. Del resto a Pozzuoli siamo abituati a convivere con questo fenomeno che caratterizza il nostro suolo da sempre”.

Si ricorda alla popolazione che dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attivitàdi pianificazione e prevenzione.

Si sottolinea che l’Amministrazione Comunale insieme all’ufficio di Protezione Civile del Comune di Pozzuoli segue in tempo reale l’evolversi dei fenomeni in raccordo con l’Osservatorio Vesuviano per garantire alla cittadinanza un completo aggiornamento sulle dinamiche in corso. Si ricorda inoltre che le attività di monitoraggio scientifico e valutazione sono svolte dai centri di competenza e dalla commissione Grandi Rischi della Protezione Civile. Nell’espletamento delle proprie mansioni l’ufficio è invece impegnato a predisporre quanto si renda necessario per supportare la cittadinanza nell’attuale fase bradisismica e a fronte di possibili ulteriori sviluppi. In caso di necessità è possibile chiamare la centrale operativa del Comando di Polizia Municipale ai seguenti numeri: 0818551891-0815264470.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments