18.2 C
Napoli

Rione Trieste, completamento della scuola di Via Trentola: realizzazione di palestra, campo sportivo, area verde e spazi per bambini disabili

-

SOMMA VESUVIANA – “L’obiettivo è dare servizi alla popolazione di Rione Trieste che da anni attende la nuova scuola. Ora finalmente ci siamo. E’ stato approvato il progetto di completamento della Scuola di Via Trentola per il quale ci sono stati assegnati 1.200.000,00 euro. In questo modo andremo finalmente a mettere a disposizione della cittadinanza di un’area periferica, e quindi svantaggiata, servizi scolastici e culturali.

Saranno ben tre le linee d’azione. La prima linea consiste nel completamento dell’edificio da adibire ad uso scolastico andando cosi a contrastare l’endemica mancanza di aule che comporta lo spostamento degli alunni del quartiere.

La seconda linea d’intervento riguarda alcune aree interne alla struttura che andranno rifunzionalizzate al fine di renderle utilizzabili per l’intera cittadinanza. In particolare, ci si riferisce alla palestra e al campo sportivo. Tali strutture quando non utilizzate per le attività scolastiche, potranno essere a disposizione dell’intera comunità, delle associazioni sportive locali. Dunque andremo a realizzare un hub aggregativo e culturale per l’intero rione dando un nuovo impulso alla vita culturale e sportiva del quartiere.

La terza linea di intervento riguarda gli spazi esterni della struttura: l’idea é di riqualificarli e creare uno spazio verde a disposizione della popolazione. Particolare attenzione sarà data anche ad aspetti di inclusione sociale in quanto si prevede la realizzazione di aree gioco destinate ai bambini con disabilità al fine di favorirne una maggiore integrazione”. Lo ha annunciato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

Dunque un intervento di riqualificazione urbana si un’area già esistente, senza altro consumo di suolo!

“La riqualificazione di quest’area eviterà cosi di aumentare il consumo di suolo e, al contrario, di valorizzare una porzione di suolo pubblico – ha concluso Di Sarno – che per quarantacinque anni é stato occupato da un cantiere”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x