AVERSA – Debutto col botto della Wow Green House Aversa nella Coppa Italia di Serie A3. Battuta al PalaJacazzi la Avimecc Modica per 3-0 e quarti di finale conquistati con merito grazie ad una prestazione sontuosa nonostante la resistenza tenace della formazione siciliana. Tre set combattuti ma i normanni hanno dimostrato – ancora una volta – di poter allungare in qualsiasi momento: adesso ci sarà la sfida con l’Aurispa Libellula Lecce (che ha battuto Aci Castello). Mercoledì prossimo (2 febbraio) si tornerà al PalaJacazzi. Ma prima di mercoledì c’è la sfida di domenica sempre in terra normanna: arriva la Dist&Log Marcianise per un derby tutto da giocare e ovviamente vincere.

PRIMO SET. Primo punto del match dell’Avimecc Modica: lo metto a segno Raso con un bel primo tempo. La Wow Green House non si scompone, macina gioco e alza il muro: in pochi minuti Starace firma già il +2 (4-2). Ancora protagonista il giovanissimo schiacciatore che dalla linea dei tre metri in pipe trova il 7-4. Ma la sfida è avvincente, i siciliani lottano su ogni pallone ma quando il muro di Raso finisce out il tabellone dice ancora +3 per i padroni di casa (10-7). Morelli entra in partita, lancia sguardi oltre la rete e trova il mani e out che vale il 16-10 e l’allungo forse decisivo. La squadra di D’Amico non è d’accordo, murone di Raso che riporta sotto i suoi (17-14). Morelli stampa nei 4 metri il 20-15 e per la prima volta il gioco si ferma per permettere all’allenatore ospite di parlarne con i propri ragazzi. Al rientro in campo ancora l’opposto normanno: arriva in cielo e blocca l’attacco di Loncar e mancano adesso 4 punti verso la conquista del parziale. Bonina con un monster block ferma Martinez ed è 23-16. A regalare ben 8 set point è Morelli: free ball per Aversa, palla in 2 e ‘buco’ nei tre metri. Modica ne annulla 2 ma non il terzo: 25-18 al centro di Bonina e si cambia campo.

SECONDO SET. Partenza a razzo di Modica con l’ace di Martinez che vale subito l’1-3. Ma la partita torna subito in parità quando Putini sbaglia l’alzata e la manda nell’altra parte di campo ma non c’è nessuno a difendere quel pallone e la sfera cade docilmente a terra tra la disperazione di coach D’Amico che striglia i suoi. La Wow Green House torna avanti quando Morelli trova l’ace aiutato anche dalla rete che difende la ricezione siciliana. Quando Chillemi spara out da ‘2’ ecco che la formazione cara al presidente Di Meo trova il +2 che diventa subito +3 quando Morelli trova l’ace che vale il 15-12. L’ex di turno Alfieri alza male al centro (17-12) e coach D’Amico decide di richiamare in panchina i suoi ragazzi che sembrano aver mollato un po’ la presa dopo un inizio di set importante. Quando le 2 squadre tornano in campo ancora un servizio vincente di Morelli per il +6 (18-12). Anche il centrale dell’Avimecc Garofolo riesce a sorprendere la ricezione normanna con l’ace che vale il 20-16. Modica si gioca tutte le carte a disposizione (21-18) ma Sacripanti ha voglia di tornare presto a casa: ace per il 24-19 e ben 5 set point. Chiude Starace in ‘buca d’angolo’ in diagonale (25-20).

TERZO SET. Nei primi 10 punti del terzo parziale le due squadre in campo si dividono la posta in palio ma subito la Wow Green House trova l’allungo con Putini che ‘piega’ le mani della ricezione siciliana e piazza l’8-5. L’Avimecc ha un sussulto d’orgoglio (9-8) e addirittura si rimette in carreggiata quando Martinez trova il muro su Sacripanti e il tabellone dice 13 pari. E’ ancora l’opposto siciliano protagonista di un servizio vincente che addirittura manda avanti Modica (14-15). Ma è un fuoco di paglia, Aversa ritrova subito il sorriso e i punti con Sacripanti che trova l’ace del 18-16, poi Martinez spara a rete ed è 19-16. Loncar non trova il campo per due volte di fila e Aversa si lancia verso la vittoria del match (22-17). Bonina al centro si prende 5 match point. Sacripanti regala i quarti: 25-19 e 3-1 finale. Mercoledì prossimo c’è l’Aurispa Libellula Lecce.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments