NAPOLI – Ventuno squadre, 126 atlete al via, tutti i continenti rappresentanti: la seconda edizione del Giro Mediterraneo in Rosa, la competizione internazionale di ciclismo femminile promossa dall’associazione Black Panthers di Francesco Vitiello e dal Gruppo Biesse di Salvatore Belardo, è pronta per un’altra appassionante avventura, dopo la fortunata esperienza dello scorso anno.
L’edizione 2024 che abbraccia due regioni, Campania e Puglia, toccando due mari, Tirreno ed Adriatico. Si parte domani, venerdì 19 aprile, alle ore 14 con la Frattamaggiore-Terzigno parco nazionale del Vesuvio di 106,650 km; sabato 20 sarà la volta della Montefalcione-Torre del Greco (103,6 km); da domenica 21 aprile si cambia regione, con la Barletta-Barletta di 122,300 km; lunedì 22 Castelnuovo della Daunia-Castelnuovo della Daunia, in un circuito di 31,980 km da ripetere tre volte; conclusione martedì 23 aprile con la tappa Foggia-Motta Montecorvino.
Le atlete si contenderanno le quattro maglie in palio. La più ambita è quella relativa al primato nella classifica assoluta, la amaranto (sponsor Effebiquattro); ci sono poi la bianca per le giovani (Sustech e Gruppo Biesse); la maglia blu per la classifica a punti (Form Retail); la verde destinata alla leader dei gran premi della montagna (Fratelli Balsamo).
Queste le squadre al via: A.R. Monex pro cycling team, Matos Mobility-Flexaco Cycling Team, Zhiraf Pagliaccia (Ita), Mixed Team Petrucci Gauss/Atlas, Nazionale Ucraina, K2 women team, Alba Development road team, Astana Dewi women team , Btc City Ljubljana Zhiraf Ambedo, Sbt Isolmant-Premac-Vittoria, Team Komugi-Grand est, Team Mendelspeck Ge-Man, Tkk Pacific Nestle fitness cycling, Top Girls Fassa Bortolo, Aromitalia 3T Vaiano, Cynisca Cycling, Kilda Cycling club, Wcc Team, Pro Cycling team, Bepink-Bongioanni, Uae Development team.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments