AVERSA – Sono test amichevoli, sono gare che non fanno conto ma di certo nella serata di ieri tutti i dirigenti e i tifosi della Ismea Aversa hanno trovato un motivo in più per sorridere. La formazione del presidente Sergio Di Meo, al cospetto (in trasferta) del club della Rinascita Volley Lagonegro (militante in A2, quindi una categoria superiore) ha sciorinato una prestazione superlativa, a tratti quasi perfetta. A poco più di 15 giorni dal debutto in campionato c’è un gruppo, quello guidato da coach Giacomo Tomasello, che sta iniziando a far salire il proprio livello di gioco, con le squadre del girone che adesso iniziano a capire che sarà tutt’altro che facile battere quel sestetto che onorerà i colori della città normanna.

Nella serata di ieri (15 settembre) la Ismea ha battuto 4-1 gli avversari lucani, dopo essere andata addirittura avanti di 4 parziali. I ragazzi del presidente Sergio Di Meo si portano subito avanti di 4 (11-15) nel primo set mantenendo il vantaggio fino alla fine del set. Nel secondo set i padroni di casa (si è giocato a Villa d’Agri) partono forte (8-4) ma poi subiscono la rimonta di forza dei normanni (16-16). Quando si va punto a punto viene fuori la forza della squadra e la Ismea non fallisce: va avanti 2-0. L’allenatore lucano prova a giocarsi tutte le carte a disposizione ma il risultato per i due set successivi non cambia. La Ismea va avanti 4-0. Si potrebbe anche fermare la partita ma si gioca il quinto set per far vivere qualche scambio di gara anche a chi ha giocato meno: e Aversa è ancora protagonista. Lotta su ogni pallone e arriva al termine del set sempre attaccato al Volley Lagonegro. La Rinascita però riesce a conquistare un doppio vantaggio e chiude 15-13.

Verrebbe da dire ‘clamoroso al Cibali’. Ma questa probabilmente non è un’impresa. Aversa ha qualità importanti, e adesso se ne stanno accorgendo veramente in parecchi!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments