Donne da record alla Capri-Napoli trofeo Farmacosmo. Per la prima volta le nuotatrici fanno meglio dei colleghi uomini e per giunta fermando il cronometro come mai nessuno aveva saputo fare finora: il 6.04.26.7 realizzato oggi manda infatti in frantumi il precedente primato stabilito dal kazako Khudyakov nel 2014 (6.11.27). Ad entrare nella storia del nuoto di fondo è Arianna Bridi, 24enne di Trento, capace di stabilire il primato al termine di una gara condotta in testa insieme alla brasiliana Ana Marcela Cunha, figlia anche della felice scelta di puntare verso Nisida a differenza di buona parte degli uomini, che invece hanno optato per il “diritto per diritto” Capri-Napoli. “Una intuizione del mio tecnico, Fabrizio Antonelli – spiega la vincitrice – ogni bracciata sentivo il mare che mi spingeva e aiutava la nuotata”.

Il tempo alla fine ha dato ragione alla Bridi e all’allenatore: l’atleta dell’Eserc è arrivata a ridosso delle acque del Circolo Canottieri Napoli insieme alla Cunha e la vittoria è stata decisa allo sprint. Ha avuto la meglio l’azzurra, che ha preceduto la sudamericana di 9 decimi (che fino ad oggi deteneva il record femminile della traversata, 6.24.47). Dietro gli uomini si sono giocati anche loro la vittoria al rush finale: a toccare per primo l’olandese Marcel Schouten (6.05.07.1), davanti agli italiani Matteo Furlan e Alessio Occhipinti, staccati rispettivamente di 9 e 11 decimi.

Festa grande anche per la staffetta composta da atleti della nazionale italiana assoluta e paralimpica, con protagonisti Gregorio Paltrinieri, Domenico Acerrenza, Martina Grimaldi, Simone Ercoli, Giulia Gabbrielleschi, Martina De Memme, Vittorio Abete, Roberto Pasquini e Giuseppe Spatola. Soddisfatto al termine della prova Paltrinieri: “Si è trattata di una bella esperienza, che mi ha permesso di nuotare insieme ai compagni di nazionale ma soprattutto insieme ai nuotatori della nazionale paralimpica, con i quali ci siamo scambiati consigli e suggerimenti nei momenti in cui eravamo in barca mentre altri erano impegnati nelle frazioni in acqua. Un futuro alla Capri-Napoli? Non nascondo che l’idea mi piace, certo non nell’immediato ma credo possa essere un mio obiettivo”.

Luciano Cotena, presidente di Eventualmente Eventi & Comunicazione, dà appuntamento alla settimana prossima: “Chiudiamo un’edizione difficile con un record storico – afferma – e questo premia gli sforzi organizzativi e il sostegno degli sponsor. Ora ci prepariamo alla prova non competitiva che si disputerà venerdì 11, con oltre venti iscritti, solo una parte degli oltre cento che avevano dato la loro adesione lo scorso dicembre. Per dare spazio a tutti loro e a quelli che già hanno formalizzato la loro iscrizione per il 2021, l’anno prossimo le non competitive saranno quattro”.

ORDINE DI ARRIVO

DONNE

Arianna Bridi (Italia) 6.04.26.7
Ana Marcela Cunha (Brasile) 6.04.27.6
Carolina Jouisse (Francia) 6.33.45.7
Barbara Pozzobon (Italia) 6.48.04.3

UOMINI

Marcel Svhouten (Olanda) 6.05.07.1
Matteo Furlan (Italia) 6.05.08.0
Alessio Occhipinti (Italia) 6.05.08.2
Francesco Ghettini (Italia) 6.05.08.2
Allan Do Carmo (Brasile) 6.06.55.3
Edoardo Stochino (Italia) 6.31.06.1
Evgenij Pop Acev (Macedonia) 6.32.40.3

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments