NAPOLI – Mastica amaro l’Aktis Acquachiara che nell’incontro valevole per la 12° giornata del girone Sud del campionato di serie A2 gioca un’ottima prestazione, duella alla pari con una rivale che nella sua rosa annovera giocatori di categoria superiore, crea diverse nitide occasioni da gol ma spreca troppo in attacco e, complice la monumentale prestazione del numero uno siciliano Jurisic, si arrende per 7-6. Paga dazio all’inesperienza della rosa con l’età media più bassa del torneo la formazione biancoazzurra ma continuando a lavorare duro giorno dopo giorno non potrà che raccogliere i frutti del proprio impegno. A decidere le sorti del confronto il 5-2 con cui la compagine in calottina bianca, al rientro delle contendenti dall’intervallo lungo, capovolge il 2-3 maturato nei primi due periodi. Il sinistro dalla distanza con cui Matteo Aiello mette palla in porta a tredici secondi dal suono della sirena conclusiva serve solo a fissare il punteggio finale. In attesa che i recuperi delle diverse sfide fin qui rinviate consentano il pieno riallineamento della graduatoria si inizia a delineare una corsa a quattro per la conquista dell’obiettivo salvezza con Civitavecchia, SC Tuscolano e RN Sori.

Mister Fasano commenta così la prova della compagine partenopea: “Voglio complimentarmi con i ragazzi perché abbiamo interpretato bene quanto preparato in settimana, ciò su cui stiamo lavorando nell’ultimo periodo. Abbiamo fatto un’ottima fase difensiva, siamo sempre ripartiti bene. Pesano purtroppo le sette-occasioni non concretizzata a tu per tu con il portiere che è stato bravo a chiuderci la porta ma è altrettanto doveroso sottolineare che noi abbiamo peccato di inesperienza. Quando si parla di inesperienza ci si riferisce a questo: ci siamo presentati tante volte davanti all’estremo rivale ma non siamo riusciti a mettere palla in porta. La strada è giusta, la squadra è in crescita, il peccato è che torniamo a casa con l’amaro in bocca per una partita che abbiamo giocato al meglio eccetto che al momento di finalizzare in gol le azioni costruite. Perdi una partita di un gol e nella quale le occasioni sono fioccate. Quando arrivi uno contro zero devi segnare. Voglio però rimarcare i complimenti ai ragazzi perché hanno interpretato alla grande la strategia di gara, bisogna essere tranquilli e lavorare a testa bassa perché prima o poi i risultati andranno di pari passo con le ottime prestazioni. Oggi torniamo a casa con un’ottima prestazione ma con la delusione per non aver racimolato alcun punto”.

LA BRACIERA C.U.S. PALERMO-ACQUACHIARA ATI 2000 7-6

LA BRACIERA C.U.S. PALERMO: E. Jurisic, I. Russo 1, G. Galioto, G. Occhione, E. Szabo, G. Mineo 1, G. Tumminello, A. Turkovic 2, D. Geloso, M. Ferlito 2, D. Greco, M. Raineri 1, M. Consiglio. All. Gaetano Occhione

ACQUACHIARA ATI 2000: C. Alvino, P. Musacchio, G. Di Leva, N. Marinkovic, Fabio Angelone, A. Barela, Francesco Angelone 1, M. Aiello 1, M. Gargiulo 1, D. De Gregorio 2, M. Rocchino 1, G. Giello, D. Chianese. All. Fasano

Arbitri: Carmignani e Torneo

Note: Parziali: 1-0 1-3 3-0 2-3 Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: La Braciera C.U.S. Palermo 0/7 e Acquachiara ATI 2000 1/10.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments