Otto cani tenuti in condizioni di degrado e sofferenza, in una gabbia piccola e calda tra i loro stessi escrementi. Un vero e proprio “lager” scoperto e sequestrato a Roccaromana, nell’Alto-Casertano, dai carabinieri forestali, che hanno denunciato il proprietario del terreno per il reato di detenzione animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze. I carabinieri della stazione Forestale di Pietramelara sono intervenuti in seguito alla segnalazione da parte del servizio veterinario dell’Asl di Caserta, e una volta sul posto, in un terreno della frazione Statigliano, hanno accertato la presenza, in una gabbia di qualche metro quadrato, di otto cani tipo segugio di diverse varietà, quattro maschi e altrettanti femmine, una con cinque cuccioli nati da pochi giorni; sono emerse subito le pessime condizioni igienico-sanitarie in cui erano tenuti i cani, nervosi e aggressivi tra id loro proprio per l’angusto spazio in cui erano costretti a stare, con giacigli pieni di crocchette ed escrementi, e secchi con l’acqua torbida. I cani sono stati così liberati, posti sotto sequestro e affidati ad un canile autorizzato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments