NAPOLI – Il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli è intervenuto in Parlamento sull’uccisione in Trentino dell’orso M90, abbattuto nel pomeriggio del 6 febbraio in una zona di montagna della bassa Val di Sole, sopra Dimaro:

“Maurizio Fugatti, Presidente delle Trentino, ormai è noto come ‘lo sterminatore di orsi’ dato che sembra che l’unico obiettivo della sua vita sia abbattere questi animali. Questa volta ha dato l’ordine di uccidere M90. Alla base di una società civile dovrebbe esserci il rispetto per gli animali ed invece c’è questa sete di sangue che fa diventare prioritario l’abbattimento di esemplari dichiarati pericolosi. Negli ultimi 150 anni c’è stato solo un caso di aggressione e uccisione di una persona italiana ad opera di un orso. Mentre nel solo ultimo anno i cacciatori hanno causato 22 vittime italiane, negli ultimi 10 anni le vittime sono state oltre 200 e 682 feriti. Dati forniti dall’associazione vittime della caccia. Quindi un’attività come la caccia viene considerata un’attività ricreativa e consentita ma non si fa nulla per trovare soluzioni alla convivenza degli orsi, il cui habitat naturale è invaso dall’uomo e non il contrario, e li si abbattono.”

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments