ISCHIA E PROCIDA – L’estate entra nel vivo e sulle isole di Ischia e Procida i Carabinieri della locale compagnia hanno effettuato un servizio a largo raggio nelle aree marine. Nella lente dei controlli la verifica del rispetto delle norme in materia di pesca e diporto e la repressione della pesca di frodo nel “regno di Nettuno”. La motovedetta della compagnia di Ischia ha controllato 67 imbarcazioni, 6 stabilimenti balneari e identificato 164 bagnanti.

45 le sanzioni elevate per un importo di 16mila euro.

Tra le sanzioni spiccano quelle nel Regno di Nettuno che non rispettano la Legge e la natura: la navigazione con gli scooter d’acqua, la pesca sportiva non autorizzata, le immersioni sportive e l’ancoraggio non aurora discapito del fondale marino.

Durante le operazioni 4 imprenditori di altrettanti lidi nella spiaggia di San Pietro  e in quella dei pescatori sono stati sanzionati. I militari accertato che i bagnini non fossero presenti nelle proprie postazioni, l’assenza delle dotazioni di sicurezza del bagnino e la mancanza delle dotazioni sanitarie nei locali adibiti ad infermeria.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments