SAN GIORGIO A CREMANO – L’amministrazione, guidata dal Sindaco Giorgio Zinno, mette in campo azioni di prevenzione per allontanare la possibilità di diffusione del Coronavirus. Durante la riunione serale, che si è svolta con la convocazione del Centro Operativo Comunale di San Giorgio a Cremano, alla presenza dell’assessore Ciro Sarno e dei Dirigenti dell’Ente, tramite apposita ordinanza è stato disposto che tutti i cittadini che rientrano dalle zone interessate dal focolaio di diffusione del corona virus e in particolare dalle regioni del Nord Italia, comunichino al numero della Polizia Municipale 081 5654250 o al 1500 la data di arrivo sul territorio di San Giorgio a Cremano. Comunicazione necessaria a scopo meramente precauzionale e comunque a tutela della salute pubblica. Le informazioni infatti saranno trasmesse alle autorità sanitarie per consentire di attuare tutte le iniziative previste dal protocollo del Ministero della Salute.

Domani mattina il Sindaco effettuerà una riunione con la Direttrice del Distretto Sanitario ASL n.54, Maria Teresa Stocchetti e una delegazione dei medici di base per creare una rete di informazioni e collaborazione tra gli enti.

Inoltre è stata disposta l’igienizzazione straordinaria degli istituti comprensivi del territorio, che verrà effettuata nei giorni 24 e 25 febbraio, a carico del comune in concomitanza con la chiusure delle scuole per il Carnevale. Disposizione estesa anche all’Asilo Nido comunale, agli asili nido privati e agli istituti parificati. Mentre per le tre scuole superiori, è stata inviata richiesta di analogo intervento alla Città Metropolitana. Infine la società Buttol, incaricata dei servizi di pulizia in città, effettuerà ulteriori e approfonditi lavaggi di strade e marciapiedi in via straordinaria.

Disposizioni anche per i dipendenti dell’Ente. Il sindaco, oltre a prevedere la pulizia approfondita dei locali comunali, ha inviato un vademecum con i comportamenti da osservare, che comunque si attengono alle disposizioni generali del Ministero della Salute, avendo cura di non creare alcun allarme tra la popolazione.

Intanto scatta l’allarme anche su alcuni presunti casi di malviventi che si starebbero presentando a casa di anziani, spacciandosi come dipendenti della Asl e del comune e che, millantando di essere stati inviati per effettuare controlli domiciliari sul corona virus, compiono furti e rapine.

“Nessun dipendente è inviato dal comune, nè dalla Asl a casa dei cittadini – chiarisce immediatamente il sindaco Giorgio Zinno – pertanto non aprite a nessuno e, in questi casi, mettetevi sempre in contatto con le autorità. Mentre per quanto riguarda le misure di prevenzione, è bene chiarire che in tutta l’area vesuviana non è stato segnalato alcun caso ma sentiamo comunque il dovere di intervenire con misure precauzionali che conferiscano la giusta serenità ai cittadini e consentano alla Asl di mappare le persone che rientrano in città dalle aree attualmente sotto osservazione. L’appello è quello di agire responsabilmente, comunicando quanto disposto nell’ordinanza e consentire alle autorità preposte, a livello locale e nazionale, di monitorare la situazione costantemente”.

Anche se non ci sono casi segnalati sul nostro territorio abbiamo deciso:

1. Tra domani e dopodomani, data l’interruzione delle attività scolastiche legata al Carnevale, effettueremo, concordi i dirigenti scolastici, una pulizia straordinaria a carico dell’Ente per tranquillizzare i cittadini che hanno preoccupazioni sui luoghi in cui studiano i nostri bambini.

2. Da domani la società Buttol interverrà con lavaggio stradale e dei marciapiedi in maniera più intensa.

3. I dipendenti comunali riceveranno linee guida specifiche rispetto alle modalità di lavoro e alla gestione di casi particolari, avendo cura di non creare alcun allarme tra la popolazione.

4. Io e gli altri sindaci dell’area vesuviana domani dirameremo un indirizzo generale e ordinanza per i cittadini che rientrino da zone ritenute “a rischio”.

5. Affiggeremo manifesti e faremo partire telefonate preregistrate per spiegare le corrette norme igieniche da seguire.

6. Siamo in contatto con l’Asl e i medici di base ed invitiamo i cittadini a non affollare gli studi medici e segnalare casi particolari, senza creare psicosi ed evitare possibilità di trasmissioni di infezione( troverete nelle foto anche io comunicato che i medici del distretto 54 diffonderanno nei loro studi).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments