Massimo_Troisi_1

SAN GIORGIO A CREMANO – Il Premio Massimo Troisi quest’anno si arricchisce di due grandi novità: la sinergia con l’Università Federico II attraverso il Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia e la collaborazione con l’Accademia di Arte Drammatica di Roma. Due prestigiosi enti che l’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, attraverso l’assessorato alla Cultura affidato a Pietro De Martino, ha coinvolto con l’obiettivo di accrescere sempre più la qualità e il valore del Premio.

Tra le sezioni in concorso infatti quest’anno sono state aggiunte: “Migliore testo teatrale”, “migliore sceneggiatura cinematografica” e “migliore scrittura seriale di fiction televisive” che verranno valutate da una giuria tecnica composta da cinque docenti del Master in Drammaturgia e Cinematografia della Federico II. Per le tre nuove sezioni in concorso sono previsti altrettanti riconoscimenti: due borse di studio “Autore Emergente” e un “Premio speciale della giuria”.

Restano confermate naturalmente le altre categorie, come per gli anni precedenti: “Miglior attore comico”, “Migliore scrittura comica”, “Miglior cortometraggio comico”.

I bandi sono aperti e pubblicati sul sito istituzionale www.e-cremano.it. C’è tempo fino al 28 giugno 2019 per presentare la propria candidatura e prendere parte alla selezione che darà accesso alla kermesse.

Intanto scade il 20 maggio 2019 la manifestazione di interesse per la candidatura di “direttore artistico” del Premio che si svolgerà dal 22 al 28 luglio 2019.

E’ delle ultime ore invece la conferma che l’Accademia di Arte Drammatica di Roma sarà parte attiva nel percorso di formazione dei giovani talenti che affiancherà l’amministrazione durante il Premio. In corso gli incontri per stabilire le modalità della prestigiosa collaborazione che offrirà a tantissimi giovani la possibilità di formarsi, preparandosi all’arte teatrale.

La collaborazione con l’Università Federico II e con l’Accademia romana, l’unica ad essere riconosciuta a livello universitario, rappresenta il valore aggiunto della XIX edizione che dunque allarga gli orizzonti, oltre la comicità.

“Grazie al finanziamento della Regione Campania – spiega il sindaco Giorgio Zinno – saremo in grado di offrire spettacoli ed eventi di qualità e allo stesso tempo, grazie alle due prestigiose collaborazioni, allarghiamo l’offerta anche sul piano della ricerca di talenti e della formazione, interpretando l’evoluzione del teatro e del cinema che si allarga anche alle fiction. Siamo al lavoro inoltre per questa edizione che torna nel periodo estivo per offrire a tantissime persone la possibilità di assistere a serate ed eventi e conoscere personaggi di rilievo del mondo del teatro e del cinema”.

D’accordo Pietro De Martino: “Sarà una kermesse ancora più ricca e di comprovata qualità. Abbiamo intrapreso già diversi percorsi culturali, con la Federico II, molti proprio sulla figura di Massimo Troisi, in particolar modo con la prof.ssa Giuseppina Scognamiglio e con l’Accademia di Arte Drammatica.

Proseguiamo su questa linea, dando continuità a progetti già in essere. In questo modo il Premio sarà molto di più di una grande manifestazione che rende omaggio al nostro concittadino. Sarà piuttosto un grande contenitore di opportunità per tutti, per la nostra città e per i nostri cittadini e una vetrina per turisti e appassionati di cinema e teatro”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami