SAN GIORGIO A CREMANO – Cinema Intorno al Vesuvio. In città arrivano registi e sceneggiatori del calibro di Mario Martone e Maurizio Braucci e una prestigiosa mostra su Capri Revolution. Questi alcuni dei prossimi appuntamenti che si svolgeranno in Villa Bruno, nell’ambito della rassegna curata di Arci Movie.

Questa sera, (ieri per chi legge), incontro con Maurizio Braucci, sceneggiatore tra i più premiati per la serie Gomorra e vincitore di dell’Eurepean Aword e del Nastro D’argento. Ore 21.00, Arena Taranto.

Il 9 luglio invece conversazione di cinema e non solo con Claudio Sangiorgio, direttore della rivista Film tv. Ore 19.00, terrazza di Villa Bruno.

-Mercoledi’ 10 luglio, ore 19.00 – Piano Nobile di Villa Bruno, inaugurazione dell’esposizione di stampe e fotografie dedicate a “CAPRI – REVOLUTION” di MARIO MARTONE, a cura di Mario Spada. Mario Martone, vincitore del Leone D’Oro, sarà a San Giorgio a Cremano il 23 luglio al finissage della mostra che sarà visitabile tutti i giorni dalle 19.00 alle 21.00.

La mostra è formata da 28 stampe a getto d’inchiostro che ripercorrono le scene girate tra Capri e il Cilento da Mario Martone.

“D’accordo con Roberto d’Avascio, presidente di Arci Movie la rassegna Cinema Intorno al Vesuvio si arricchisce ogni anno di più di eventi di qualità e personalità che vengono nella nostra città e incontrano di persona cittadini e appassionati – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Quest’anno stiamo proponendo un’offerta culturale ancora piùcompleta ed eterogenea. Siamo contenti che artisti e grandi registi, attori e sceneggiatori abbiamo deciso di raccogliere il nostro invito, confermando che San Giorgio a Cremano ha una consolidata e ben nota vocazione culturale ed artistica”.

“Già nelle scorse edizioni – aggiunge Roberto d’Avascio– abbiamo allestito delle mostre a Villa Bruno ma per questa edizione abbiamo scelto di aprire, in accordo con il sindaco Zinno, una parte dello splendido piano nobile di Villa Bruno per accogliere la mostra di Mario Spada. Le conversazioni che compongono la rassegna “parliamo di cinema”, le mostre, le serate con ospiti sono particolarmente gradite al pubblico che nella nostra rassegna trova più spunti di interesse. Siamo contenti che artisti come Spada abbiamo deciso di raccogliere il nostro invito e rendere fruibili le loro opere”.

“Sul set di Capri – Revolution – conclude Spada – abbiamo lavorato in uno stato di grazia. Mario mi ha lasciato piena libertà. Le riprese del film non erano che l’ultimo atto di una lunghissima performance collettiva, una dimensione espressiva totale che andava dalla danza, alla musica, dal laboratorio al ciak; la danzatrice – coreografa Raffaella Giordano, i compositori-musicisti Apparat (pseudonimo di Sacha Ring) e Philipp Thimm hanno fatto in modo, in particolare con gli ‘attori della comune’, che davvero si realizzasse quell’incredibile, sperimentale, rivoluzionaria armonia che Mario voleva raccontare.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments