pigiama-a-righe-shoah

SAN GIORGIO A CREMANO – La tragedia dell’Olocausto attraverso i lavori degli studenti. L’amministrazione, guidata dal Sindaco Giorgio Zinno ha indetto un concorso di idee sulla Shoa, rivolto agli alunni delle scuole secondarie della città. Gli autori dei migliori lavori sul tema: elaborati, progetti multimediali, poesie, scritti, disegni, video, cortometraggi, raccolte fotografiche e qualsiasi altra forma di prodotto che racconti il più terribile genocidio di tutti i tempi, entreranno a far parte della delegazione della Città di San Giorgio a Cremano che andrà in viaggio a Cracovia ed Auschwitz, nei luoghi della memoria. I lavori saranno giudicati da una giuria presieduta da un membro della comunità ebraica di Napoli. D’accordo con gli assessori alla Scuola e alla Cultura, Giuseppe Giordano e Pietro De Martino è stato stabilito che il viaggio, emergenza Covid permettendo, si svolgerà entro l’estate 2021.

“Ricordare l’Olocausto non è un semplice esercizio di ricostruzione storica – ha detto il Sindaco Giorgio Zinno – ma significa indagare a fondo le radici del nostro vivere comune; significa interrogare il passato per capire il presente e definire il nostro futuro”.

A breve sarà pubblicato il bando di concorso che verrà trasmesso alle scuole attraverso i dirigenti scolastici, con le modalità e il periodo entro il quale sarà possibile realizzare e presentare i propri progetti.

“Per tenere viva la memoria dell’Olocausto e contrastare l’odio e l’antisemitismo – conclude l’assessore Giordano – è necessario far leva sulla conoscenza, soprattutto da parte dei più giovani. Lavoriamoci insieme. Educhiamo i nostri ragazzi alla riflessione e alla condivisione”.

Intanto proprio agli studenti di San Giorgio a Cremano è stato rivolto un messaggio da Lydia Schapirer, presidente della Comunità Ebraica di Napoli, pubblicato sulla pagina Facebook “Giorgio Zinno Sindaco” ed inviato alle scuole, per una riflessione collettiva sull’importanza di ricordare le vite spezzate dei tanti ebrei durante l’Olocausto per invitarli a visitare la comunità ebraica del capoluogo, per “ricordarci ogni giorno abbiamo la possibilità di decidere da che parte stare”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments