arresto-polizia

SAN GIORGIO A CREMANO – Il 12 gennaio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Giorgio a Cremano hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Giovanni Zinno, di 20 anni, in quanto gravemente indiziato del reato di rapina.

La sera precedente in via Scalea a Portici il giovane si era avvicinato a una coppia di adolescenti, rapinando a uno di loro un telefono cellulare e la somma di 10,00 euro. Il tutto con la minaccia di un coltello a serramanico.

Sono partite subito le indagini dei poliziotti che hanno consenti di rintracciare il 20enne in un appartamento di via San Giorgio Vecchio e di recuperare anche il coltello utilizzato nelle fasi della rapina che aveva tentato di nascondere sotto il suo letto.

Stamane l’autorità giudiziaria ha convalidato il fermo. Il giovane, con diversi precedenti di polizia ed un divieto di ritorno nel Comune di Portici ed un avviso Orale emesso dal Questore di Napoli, è rimasto pertanto rinchiuso presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Nella giornata di ieri, sempre i poliziotti del commissariato di San Giorgio a Cremano hanno arrestato Micaela Capozzoli, 41enne originaria di Cercola, in esecuzione di un provvedimento restrittivo.

La donna è stata rintracciata in un appartamento nel quartiere Ponticelli nelle palazzine del rione De Gasperi, dove aveva trovato rifugio dallo scorso mese di dicembre. La donna è stata arrestata in esecuzione di un provvedimento di determinazione di pene concorrenti emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Napoli.

La donna deve espiare, presso la casa circondariale di Pozzuoli, un anno, undici mesi e ventisette giorni di reclusione.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments