10.1 C
Napoli

“Talenti Vesuviani” a San Giorgio a Cremano il premio dedicato a Gelsomina Verde, vittima dei clan

-

SAN GIORGIO A CREMANO – La XVII edizione del concorso nazionale di Poesia e Narrativa “Talenti Vesuviani” – che promuove da sempre la cultura della legalità e dell’impegno civico – sarà dedicata alla memoria di Gelsomina Verde, vittima della camorra (fu uccisa a soli 21 anni il 21 novembre 2004 nel corso della sanguinosa faida di Scampia tra il clan Di Lauro e i cosiddetti scissionisti). La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 17 dicembre a partire dalle ore 9.30, presso la Biblioteca di Villa Bruno (via Cavalli di Bronzo 20) a San Giorgio a Cremano. All’’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di San Giorgio a Cremano “Carlo Alberto Dalla Chiesa” presieduta da Aldo Raucci e con la libreria “La Bottega delle parole” guidata da Miryam Gison, aderiscono inoltre le associazioni “Le Ali di Scampia” e “Asklepios”. «La cultura deve essere di supporto alla legalità e viceversa – dichiara lo scrittore Vincenzo Russo, ideatore dell’iniziativa nonché presidente dell’associazione artistico culturale “Talenti Vesuviani” – C’è un’ “onda” di violenza che ogni giorno diventa sempre più alta. Dobbiamo perciò ergerci tutti a barriera per contrastare quello che un giorno potrebbe diventare uno “tsunami” e investire inevitabilmente ognuno di noi».

Il concorso, del quale due sezioni sono dedicate al tema della legalità, ha fatto registrare anche quest’anno una grande partecipazione da tutto il territorio nazionale, tant’è vero che saranno premiati ben 57 autori. La consegna dei premi sarà intervallata da interventi istituzionali, tra cui il sindaco di San Giorgio Giorgio Zinno, il vicesindaco Pietro De Martino e il presidente del Consiglio comunale Michele Carbone, che hanno concesso i patrocinio all’iniziativa, come nelle precedenti edizioni. Interverranno inoltre Claudio Salvia, figlio di Giuseppe Salvia, vicedirettore del carcere di Poggioreale che fu barbaramente assassinato dalla camorra; Francesco Verde, fratello di Gelsomina; rappresentanti dell’Arma dei carabinieri e della polizia municipale. Nel corso della manifestazione sarà consegnato un “Premio alla carriera” all’attore Gino Rivieccio. Quest’anno è stata infatti inserita nel concorso la sezione “Poesia comica”, che ha riscosso un notevole successo. Le opere dei vincitori saranno interpretate dall’attore Antonio Tatarella e dal maestro arpista del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli Gianluca Rovinello.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x