NAPOLI – Ieri sera alla Stazione Centrale di piazza Garibaldi a Napoli ennesimo episodio di violenza che stavolta coinvolge due poliziotti della Polizia di Stato Ferroviaria accoltellati da un cittadino di origine gambiana.

Entrambi sono stati subito soccorsi dai colleghi e trasportati all’Ospedale Vecchio Pellegrini della Pignasecca per le cure mediche del caso e sono stati dimessi uno con 7 giorni, l’altro con 10 giorni di prognosi per la guarigione. Per fortuna nessuno dei due agenti è rimasto ferito gravemente e non corrono pericolo di vita.
Il responsabile dell’aggressione avrebbe anche tentato di fuggire all’esterno della stazione ferroviaria, dove, però, anche con l’ausilio di una volante è stato fermato. L’uomo è stato condotto negli uffici della polizia, ma nelle prossime ore potrebbero scattare per lui gli arresti per lesioni ai danni dei due poliziotti.

“Esprimiamo la nostra piena solidarietà ai due agenti feriti augurandogli una pronta guarigione. Purtroppo si tratta dell’ennesimo episodio di violenza che avviene qui. Giovedì scorso, ad esempio, una studentessa di 16 anni è rimasta vittima in pieno giorno di una rapina mentre si trovava in alla fermata del bus ed è stata minacciata con una catena. La zona della stazione è da tempo completamente sfuggita al controllo, qui regnano sovrane anarchia, criminalità, violenza e degrado mentre legalità e sicurezza sono soltanto un lontano ricordo.  Qui occorre, con urgenza, un piano di recupero del territorio con la presenza fissa delle forze dell’ordine e dell’esercito. Bisogna recuperare anni ed anni di immobilismo mentre la criminalità cresceva a dismisura ed il sovraffollamento di persone disperate, spesso venute in clandestinità, senza supporti, ha dato vita a tensioni sociali che ora non possono più essere arginate.” – queste le parole del deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments