NAPOLI – A pochi giorni dall’omicidio di Giulio Fiorentino, e dal ferimento di Vincenzo Di Costanzo, oggi pomeriggio la camorra è tornata a sparare a Ponticelli.

Vittima di un agguato in strada Ciro Cotugno 47 anni. L’uomo era agli arresti domiciliari nella sua abitazione in via San Michele. I killer lo hanno raggiunto e hanno esploso numerosi proiettili,

Soccorso dal 118 è stato trasportato al Cardarelli dove è stato sottoposto a un delicato intervento. La prognosi è riservata.

Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Nella notte tra il 17 ed il 18 marzo, a Ponticelli, zona orientale di Napoli, è stata fatta esplodere una bomba carta nei cassonetti dei rifiuti tra via Luigi Crisconio e vico Lepre, a pochi passi dall’ospedale Villa Betania.

Sono in corso le indagini ma c’è il forte sospetto che si tratti di un atto intimidatorio di stampo camorristico.

“Ora è fondamentale che le istituzioni mandino forti messaggi di legalità e che facciano sentire forte, soprattutto nelle aree a rischio la loro presenza, per evitare che la criminalità organizzata si rimpossessi delle strade. Magistratura, forze dell’ordine ed istituzioni devono farsi sentire forte ed intervenire. Bisogna colpire i delinquenti con la massima durezza e con la tolleranza zero” – queste le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments