OTTAVIANO – I Carabinieri della Stazione di Ottaviano hanno dato esecuzione a un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica di Nola, nei confronti di un uomo gravemente indiziato in ordine al reato di incendio doloso, con riferimento al grave episodio verificatosi nella giornata del 29 marzo a Ottaviano, allorché era divampato un incendio all’interno di un appartamento privato in via Roma. Nella circostanza, una 46enne si era procurata una serie di ustioni durante la fuga.

Dalle attività di indagine eseguite nell’immediatezza dai Carabinieri e coordinate dalla Procura della Repubblica di Nola, il presunto autore dell’incendio è stato identificato nel fratello convivente della vittima, che aveva dapprima posizionato dei tessuti in più punti della casa e poi appiccato le fiamme con del liquido infiammabile, facendo perdere subito le proprie tracce.

Nella serata del 30 marzo, i militari hanno rintracciato l’uomo nei pressi della stazione ferroviaria di Napoli Garibaldi e lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto.

L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments