NAPOLI – Ancora violenza ed inciviltà nelle strade della città di Napoli, ancora una volta ad opera di gruppi ragazzini, le baby-gang.

Come si vede da un filmato pubblicato sulla fanpage Facebook dello Studio legale Amato, in una strada del Rione Sanità, un taxi in movimento viene preso di mira da un gruppo di ragazzini che vandalizzano l’auto e terrorizzano l’autista con grida, colpi sulla vettura, apertura di portiere e sportelli.

“Il fenomeno delle baby-gang va marginato, per non dire fermato del tutto. Ma dove sono i genitori di questi ragazzini? Vogliono che diventino dei veri e propri criminali?

Il rimedio al problema sta nel rendere le nostre strade più sicure, con vigilanza e videocamere di sorveglianza e poi occorre fare un lavoro di rieducazione, che deve partire anche dai genitori.

Se i genitori di questi ragazzi non sono in grado di dare loro dei buoni esempi allora bisogna togliergli la patria potestà. I colpevoli dell’accaduto nel Rione Sanità dovranno essere individuati e severamente puniti. Al tassista aggredito va la nostra piena solidarietà” – con queste parole hanno commentato l’accaduto il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

Assalto ad un taxi nel quartiere Sanità. Borrelli e Simioli:” vanno identificati e puniti”

Assalto ad un taxi nel quartiere Sanità. Borrelli e Simioli:” vanno identificati e puniti”Ancora violenza ed inciviltà nelle strade della città di Napoli, ancora una volta ad opera di gruppi ragazzini, le baby-gang.Come si vede da un filmato pubblicato sulla fanpage Facebook dello Studio legale Amato, in una strada del Rione Sanità, un taxi in movimento viene preso di mira da un gruppo di ragazzini che vandalizzano l’auto e terrorizzano l’autista con grida, colpi sulla vettura, apertura di portiere e sportelli.“Il fenomeno delle baby-gang va marginato, per non dire fermato del tutto. Ma dove sono i genitori di questi ragazzini? Vogliono che diventino dei veri e propri criminali? Il rimedio al problema sta nel rendere le nostre strade più sicure, con vigilanza e videocamere di sorveglianza e poi occorre fare un lavoro di rieducazione, che deve partire anche dai genitori. Se i genitori di questi ragazzi non sono in grado di dare loro dei buoni esempi allora bisogna togliergli la patria potestà. I colpevoli dell’accaduto nel Rione Sanità dovranno essere individuati e severamente puniti. Al tassista aggredito va la nostra piena solidarietà” – con queste parole hanno commentato l’accaduto il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Mercoledì 8 gennaio 2020

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments