NAPOLI – Camere ad ore, proposte online anche in piena pandemia, i ricongiungimenti in Campania hanno assunto un significato assai border line e sono economici; poco meno di 20 euro. La denuncia è dell’Abbac che ha inviato agli organi di controllo, link e annunci che con disinvoltura e senza alcuna reticenze propongono online camere ad ore, senza naturalmente alcuna denuncia online delle persone alloggiate, e senza tener conto che il nostro settore è chiuso per decreto del Governo. Inoltre – dichiara il presidente Abbac Agostino Ingenito – Senza garantire alcuna precauzione in merito alle prescrizioni imposte in materia di distanziamento e sanificazione. Un paradosso rispetto alle preoccupazioni dei nostri associati che da settimane ci poniamo problemi su come poter affrontare l’eventuale ed auspicabile riapertura tenendo conto del rischio contagio e delle necessarie prescrizioni igieniche. Ingenito chiede anche alla politica regionale e locale di dare un segnale verso i tanti operatori ricettivi onesti ed in regola che sono allo stremo. “Molti nostri gestori contavano solo sul reddito turistico, non avendo altre fonti economiche e sono stati lasciati soli. Per i b&b e le case vacanze non vi è alcun contributo ma non va meglio per le micro imprese come gli affittacamere costretti a lasciare a casa, i dipendenti e i collaboratori e con seri rischi di non poter più riaprire considerate le previsioni delle prossime settimane”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments