CASORIA – “Hanno portato via la cassa, i tablet per le comande e la cassettina delle mance dei ragazzi, circa 400 euro in contanti. Sicuramente sono maggiori i danni arrecati rispetto al valore della refurtiva”.

Questo quello che racconta Giuseppe, titolare di una pizzeria di Casoria che la scorsa notte ha subito un furto. 4 persone, intorno alle 4 di notte, si sono intrufolate nel locale, forzando la saracinesca e portando via quello che hanno trovato.

“Da 16 anni vivo ad Avellino – continua a raccontare Giuseppe – mi ero allontanato stanco dei furti subiti in casa, anche mentre eravamo all’interno, dei tentativi di rapina in moto e per strada. Ad Avellino ho spostato la mia vita e sono felice, ma questo episodio mi ha fatto tornare alla mente brutti ricordi. Aveva riaperto da poco la pizzeria di Casoria che aveva inaugurato mia nonna, spinto dall’affetto delle persone del quartiere.

In poco tempo mi hanno fatto ripiombare nel passato.

Il locale continuerà ad essere aperto, ma sono preoccupato che qualcosa di brutto possa accadere magari quando i clienti sono all’interno”. Ha concluso il titolare della pizzeria, Giuseppe.

“E’ in atto un escalation criminale senza fine che minaccia quotidianamente la sicurezza di cittadini e imprenditori. Oggi è toccato alla pizzeria di Casoria, ma domani sarà il turno di qualcun altro.

Ha ragione Giuseppe a preoccuparsi che in domani questi criminali, magari armi in pugno, possano fare irruzione nel suo locale. Bisogna rispondere rapidamente alla richiesta di sicurezza che arriva dai territori, intensificando la presenza delle forze dell’ordine sul territorio e implementando i sistemi di videosorveglianza installati in strada, soprattutto nelle zone tristemente note per queste vicende”.

Ha così commentato Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi-Sinistra, che ha raccolto la denuncia di Giuseppe.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments