NAPOLI – Nella mattinata del 17 maggio si è tenuta la commemorazione di Maurizio Estate, un giovane ammazzato nel 1993 per aver coraggiosamente tentato di difendere un anziano aggredito e derubato da delinquenti, gesto per il quale gli è stata assegnata la medaglia al valore civile, nel largo a lui dedicato nel quartiere Chiaia.

Hanno partecipato la famiglia di Maurizio Estate, la Fondazione Polis, Libera e la Federazione Antiracket-FA.

“Questi eventi sono molto importanti per ricordare chi ha avuto il coraggio di fermare dei criminali, di non voltare la testa dall’altra parte. Sono fondamentali per mostrare l’altro lato della città, della società, che si schiera dalla parte delle vittime e degli eroi e non dei criminali e dei camorristi. Vorremmo che non ci fosse più bisogno di eroi, di gente che sacrifica la propria vita, per far comprendere agli altri che la delinquenza e la camorra fanno schifo. Vorremmo che la città intera si rivoltasse contro la propaganda dei clan e gli omaggi ai criminali, e che finalmente rendesse omaggio soltanto ai veri eroi dei nostri tempi.

Ciò che però ci fa male è la situazione di questo largo dove l’inciviltà è dilagante, dove c’è chi parcheggia perennemente in doppia fila. Ricordare Maurizio vuol dire anche comportarsi come avrebbe fatto lui e non soltanto venire qui una volta l’anno ad ascoltare le parole dei suoi familiari. ”- le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha presenziato alla cerimonia con il consigliere municipale del Sole che Ride Lorenzo Pascucci e Benedetta Sciannimanica rappresentante di Europa Verde.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/416974596933233

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments