NAPOLI – Contro il Barcellona, nella partita valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League, si è rivisto a tratti quel Napoli spallettiano che aveva riportato il tricolore in città dopo ben 33 anni di attesa. Questo però probabilmente i tifosi diversamente abili presenti ieri al Maradona non potranno dirlo perché, di fatto, l’incontro non l’hanno visto. Il padre di un tifoso costretto su una carrozzina ha denunciato al deputato dell’Alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli, che più e più volte ha affrontato la tematica, come suo figlio sia stato costretto a “guardare le spalle degli altri tifosi per tutta la partita.”

“Più volte abbiamo dovuto affrontare la tematica disabili allo stadio. “- dichiara Borrelli- Nonostante le denunce e gli appelli, non c’è stato nessun passo in avanti. Allora, ci rivolgiamo nuovamente al Comune e alla Società Sportiva Calcio Napoli per poter avere uno stadio alla portata di tutti, adeguando le strutture ed i servizi eliminando le barriere architettoniche e facendo rispettare le regole a tutti i tifosi

Se ad una persona costretta su una sedia a rotelle non gli viene neanche consentito di guardare, in maniera adeguata e consona, una partita di calcio allora siamo veramente messi male e vuol dire che l’inclusione sociale è per lo più, in tanti casi, soltanto ipocrisia e presa in giro.”

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments