PARCHEGGIATORI_CC

NAPOLI – I Carabinieri della Stazione di Napoli – Posillipo hanno eseguito un’ordinanza che applica la misura cautela del divieto di dimora nel Comune di Napoli emessa dal G.I.P. di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica (VII Sezione) a carico di 5 persone attive nel quartiere di Chiaia.

Durante l’indagine, avviata nel gennaio 2017 e tesa a contrastare un fenomeno diffuso in città, anche grazie all’utilizzo di telecamere si è potuta monitorare e documentare …una fiorente attività illecita comprendendone le dinamiche organizzative e di gestione.
Le immagini hanno permesso di documentare numerosissimi e continui episodi, gran parte dei quali subiti e non denunciati dalle vittime, di cui solo una minima parte ha deciso di denunciare.
Gli automobilisti erano costretti a pagare anche per parcheggiare sulle “strisce blu” e secondo un “tariffario” che non prevedeva sconti.
Il timore che induceva i più a cedere alla richiesta era dettato dalla necessità di dovere posteggiare in zona e, maggiormente, dalla preoccupazione di danneggiamenti alla vettura. Quest’ultima ipotesi era ben concreta considerato che è stato documentato che parcheggiare e non cedere alle richieste provocava la reazione degli abusivi che, in diverse occasioni, sono stati immortalati a danneggiare i veicoli dei “non paganti”.
L’illecito introito si può stimare in varie centinaia di euro giornalieri.
I destinatari del provvedimento da domani dovranno comunicare alla P.G. il luogo, diverso dal Comune di Napoli, in cui stabilire la loro dimora per effetto del provvedimento cautelare. “Un plauso ai Carabinieri – che hanno messo in campo una seria e concreta operazione di contrasto ad un fenomeno di inciviltà e delinquenza che è duro a morire e che ha troppi complici anche nella cosiddetta Napoli bene. Mediamente – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e quello comunale del Sole che Ride Marco Gaudini che con lo speaker radiofonico Gianni Simioli hanno creato la pagina fb “io odio i parcheggiatori abusivi” sulla quale si sta festeggiando l’intervento dei carabinieri – un abusivo guadagna circa 200 euro al giorno ma arriva anche a 1000 e addirittura a 2000 durante i week end. Di questi soldi paga una quota alla criminalità che gli consente di agire indisturbato e qualche volta anche a personale delle forze dell’ordine per chiudere uno o due occhi. Sono ancora troppo pochi infatti gli interventi contro questi criminali. Questo è per rispondere ai tanti che ogni volta banalizzano queste persone dicendo che pure loro devono campare. Queste persone campano – ed anche molto bene – sulle spalle della gente foraggiando la criminalità organizzata e noi non finiremo mai di dirlo e di contrastarli”.

VIDEO

https://www.facebook.com/videoinformazioni/videos/957227457772987/

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments