IMG_1216

NAPOLI – “Il Colosimo, l’unica scuola per ciechi esistente in tutto il Sud, sarà valorizzato grazie all’impegno della Regione che crede nell’importanza sociale, storica e culturale di un’Istituzione che, già in passato, avrebbe meritato maggiore attenzione, attenzione che è mancata come dimostra il fatto che, stando a quanto detto da Antonio Cafasso, uno dei responsabili, è la prima volta che un assessore regionale ha visitato l’istituto ascoltando tutti, senza limitarsi alla solita passerella”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, questa mattina, insieme all’assessore regionale alle politiche sociali, Lucia Fortini, è andato nell’istituto di via Santa Teresa degli scalzi.“Il Colosimo rientrerà negli itinerari del prossimo Maggio dei monumenti, grazie al Blind vision, un progetto artistico dedicato al mondo dei non vedenti, si sta lavorando anche all’esposizione del Cristo rivelato, una scultura realizzata da un artista non vedente che riproduce fedelmente il Cristo velato della Cappella Sansevero, e si sta trovando il modo per far sì che arrivino finanziamenti superiori a quelli degli anni precedenti” hanno annunciato Fortini e Borrelli per i quali “le attività dell’istituto vanno sostenute con forza perché permettono di dare una speranza di vita migliore a chi deve fare i conti con cecità parziali o totali”.“Purtroppo, però, non tutti si rendono conto delle difficoltà che vivono persone con problemi alla vista, come dimostrano gli incivili che spesso parcheggiano a ridosso dell’ingresso rendendo difficile se non impossibile il passaggio a chi frequenta la scuola” ha concluso Borrelli chiedendo “una maggiore vigilanza alla polizia municipale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments