Foto_Kaiser

NAPOLI – “La fontana di Monteoliveto potrebbe diventare un simbolo del doppio volto di Napoli, da una parte i napoletani che vogliono male alla città, quelli che la deturpano e l’hanno anche danneggiata seriamente arrampicandosi sopra, dall’altra parte, invece, i napoletani che vogliono bene alla città, come i volontari di Sii turista della tua città che, in più occasioni, si sono occupati della pulizia straordinaria da scritte e rifiuti, o come l’operatore ecologico che, andando al di là dei suoi compiti, la ripulisce ogni giorno”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e l’ideatore de La radiazza, Gianni Simioli, per il quale “Napoli ha bisogno dell’aiuto di tutti i napoletani che vogliono bene alla città in cui vivono e devono dimostrarlo con i fatti, collaborando alle operazioni di pulizia straordinarie, ma anche al controllo continuo del territorio che non può essere affidato solo alle forze dell’ordine”.“La fontana di Monteoliveto, comunque, va difesa e per farlo bisogna che torni così com’era in passato, con la recinzione e la manutenzione va poi affidata a un’associazione visto che la Soprintendenza non la tiene nella giusta considerazione” hanno concluso Borrelli e Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments