NAPOLI – “La Regione, finanziando con 70.000 euro il recupero del peschereccio Rosinella affondato ad aprile, continua a tener fede all’impegno assunto con i familiari dei tre pescatori che erano a bordo dell’imbarcazione quando sprofondò nelle acque al confine tra Campania e Lazio”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ringraziando “il presidente De Luca che, sin da quando ho chiesto il suo aiuto nelle ore immediatamente successive al naufragio, nel corso di una seduta del Consiglio regionale, non ha fatto mancare il suo sostegno trovando i fondi necessari e ora ha fatto approvare in Giunta il finanziamento del recupero del relitto”.“Quei soldi erano disponibili anche per le prime operazioni, quando sono stati recuperati i corpi dei primi due pescatori, ma non furono necessari perché il recupero fu portato avanti dalla Marina militare, ora, invece, per recuperare il relitto è necessario ricorrere a quei fondi” ha sottolineato Borrelli augurandosi che “con il recupero del relitto, oltre a fare chiarezza sulle cause del naufragio, si riesca anche a verificare se il corpo del terzo pescatore, Giulio Oliviero, il proprietario del peschereccio, è ancora nell’imbarcazione”. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments