NAPOLI – A Napoli per partecipare su invito di don Tonino Palmese a un convegno della Caritas, il procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho ha risposto alle domane dei giornalisti sul polverone politico sollevate dall’inchiesta del quotidiano web Fanpage, che ha messo in luce le irregolarità nella gestione dello smaltimento dei rifiuti e delle bonifiche in Campania.

Una video inchiesta che ha prodotto le dimissioni del consigliere delegato e del presidente di Sma, la società della Regione Campania, che si occupa di risanamento ambientale, e dell’assessore al Bilancio del comune di Salerno, Roberto De Luca, figlio del presidente della Regione. Il procuratore De Raho aveva definito il lavoro giornalistico di Fanpage “attività fraudolenta” criticando la scelta di servirsi di un agente provocatore , il camorrista Nunzio Perrella, per realizzare l’inchiesta.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=DmK_-EP0kkA

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments