conservatorio-napoli

NAPOLI– “Il conservatorio di Napoli è senza riscaldamento e la cosa non sarebbe dovuta a un guasto temporaneo, ma al mancato pagamento delle forniture di gasolio che continua da mesi”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli, conduttore de La radiazza, sottolineando che “a quanto pare, il riscaldamento non è stato più riattivato dallo scorso anno come hanno denunciato il professor Carlo Mormile, rappresentante sindacale dei docenti, e come hanno poi confermato anche docenti, studenti e lavoratori che hanno anche avviato una petizione per evidenziare le difficoltà con cui si portano avanti le attività del conservatorio”.“La situazione sarà ancora più difficile nei prossimi giorni quando le temperature si abbasseranno ulteriormente e arriverà il vero freddo invernale” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per il quale “la mancanza di riscaldamento è solo un esempio dei tanti problemi che il Conservatorio si trova ad affrontare, a cominciare dalle cattive condizioni in cui sono molte parti della struttura e dalla sensazione di disordine e di abbandono in cui ci si imbatte quando si varca lo storico portone di quella che è un’istituzione storica di Napoli e della cultura mondiale”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments