Sudfundraising

NAPOLI (di Fosca Tortorelli)- Nasce nel Mezzogiorno la Scuola di Fundraising del Sud, l’evento “Sudfundraising” sarà l’occasione per presentare la Scuola di Fundraising del Sud, il cui obiettivo è di portare in breve tempo il fundraising alle radici dell’erba delle organizzazioni che operano su questo territorio ad un costo accessibile, mantenendo alta la qualità e soprattutto l’applicabilità nei contesti specifici delle organizzazioni.

La necessaria riconversione delle politiche del Mezzogiorno verso lo sviluppo sociale non può essere disgiunta da una strategia di fundraising che possa contribuire a rendere sostenibile e concreto il processo di “ricostruzione” sociale. Manca però un soggetto che con professionalità possa assistere le organizzazioni non profit nel costruire strategie di raccolta fondi in grado di sostenere questo processo. “L’offerta formativa e consulenziale – spiega Massimo Coen Cagli, direttore scientifico della Scuola di Roma – in questo settore è concentrata al nord e al centro Italia e scarsamente adeguata al contesto meridionale. Per queste ragioni è nata la Scuola di fundraising del Sud, grazie all’impegno, insieme alla nostra agenzia, di una rete di organizzazioni non profit e professionisti che operano al sud, con il preciso intento di offrire formazione e consulenza di alta qualità e ad un costo contenuto”.Massimo Coen Cagli spiega cosa è e cosa non è il fundraising e cosa vuol dire fare fundraising in una organizzazione, mentre Valeria Romanelli, tra i promotori dell’iniziativa insieme a Antonio Del Prete, presenta la proposta formativa e consulenziale. Nel suo intervento sottolinea con forza che la parola chiave di questo nuovo processo è Coinvolgimento. Infatti, proprio dal Mezzogiorno d’Italia stanno venendo tanti esempi di associazioni e cooperative che mettono in moto un’economia nuova e virtuosa costruita dal basso. Dietro a molti di questi casi di successo c’è la forza delle rete, un senso di condivisione delle idee e dei mezzi che, in fondo, fa parte del DNA di noi meridionali”.

{youtube}Qnyb31ANa3A&feature{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments