Rami-sulla-strada-intervengono-i-pompieri-57cbcb0c322933

NAPOLI – “Un cittadino ci ha segnalato un incendio, forse di natura dolosa, che ha interessato circa 10 scooter in sosta al Rione Alto tra via Freund e via Palermo nelle prime ore del mattino di venerdì. Secondo il segnalante è la seconda volta in poco tempo che si verifica un episodio del genere. Ci troviamo dunque di fronte ad un fenomeno inquietante, dai caratteri preoccupanti. Occorre fare chiarezza sulle dinamiche di tali episodi che, oltre al danno per i proprietari dei mezzi, sono anche causa di inquinamento”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Purtroppo – aggiunge Borrelli – le ore notturne e il primo mattino sono spesso teatro di atti teppistici o delinquenziali. Da tempo chiediamo di intensificare i controlli. Purtroppo il sottodimensionamento delle forze dell’ordine non permette di presidiare il territorio nella miglior maniera possibile. L’ex ministro dell’Interno Salvini aveva promesso l’invio di rinforzi. Parole che sono rimaste tali. Ora ci aspettiamo un atteggiamento diverso dal nuovo ministro Lamorgese”.

Scooter a fuoco al Rione Alto

Decine di scooter a fuoco al Rione Alto, è la seconda volta che accade. Borrelli (#Verdi): “Fenomeno inquietante e preoccupante, circa 10 motocicli bruciati. Occorre fare chiarezza sulla dinamica dell’incendio, episodi di questo tipo generano inquinamento oltre che un danno ai proprietari dei mezzi”“Un cittadino ci ha segnalato un incendio, forse di natura dolosa, che ha interessato circa 10 scooter in sosta al Rione Alto tra via Freund e via Palermo nelle prime ore del mattino di venerdì. Secondo il segnalante è la seconda volta in poco tempo che si verifica un episodio del genere. Ci troviamo dunque di fronte ad un fenomeno inquietante, dai caratteri preoccupanti. Occorre fare chiarezza sulle dinamiche di tali episodi che, oltre al danno per i proprietari dei mezzi, sono anche causa di inquinamento”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Purtroppo – aggiunge Borrelli – le ore notturne e il primo mattino sono spesso teatro di atti teppistici o delinquenziali. Da tempo chiediamo di intensificare i controlli. Purtroppo il sottodimensionamento delle forze dell’ordine non permette di presidiare il territorio nella miglior maniera possibile. L’ex ministro dell’Interno Salvini aveva promesso l’invio di rinforzi. Parole che sono rimaste tali. Ora ci aspettiamo un atteggiamento diverso dal nuovo ministro Lamorgese”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Venerdì 27 settembre 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments