NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Decumani hanno effettuato servizi tesi al rispetto delle norme anti Covid-19 nel centro storico e nelle zone della “movida”.
Nel corso dell’attività sono state identificate 36 persone, di cui 3 sanzionate poiché intente a consumare bevande in luogo pubblico oltre l’orario consentito.
Inoltre, i poliziotti hanno controllato 3 esercizi commerciali, di cui due in piazza Bellini ed uno in via Cisterna dell’Olio, e hanno sanzionato i titolari per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché sorpresi a somministrare bevande oltre l’orario consentito; infine, è stata disposta la chiusura dei locali nella stessa giornata.

Stanotte gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Filippo Palizzi hanno sorpreso 9 ragazzi, napoletani tra i 22 e i 27 anni di cui 6 con precedenti di polizia, che si stavano intrattenendo in strada e li hanno sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché trovati fuori dal proprio domicilio senza valida motivazione.

Nella mattinata odierna si è svolta, presso il Palazzo di Governo, una riunione del Comitato per l’ Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Napoli, Marco Valentini, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli – DDA, del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord f.f., dell’Assessore al Patrimonio del Comune di Napoli, dei vertici provinciali delle Forze dell’ordine, del Vice Comandante dei Vigili del Fuoco e del Comandante della Polizia locale di Napoli.

Nel corso della riunione è stata esaminata la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel capoluogo e nell’area metropolitana di Napoli, con particolare riferimento ad alcune aree cittadine in cui si sono registrati episodi criminosi di particolare rilevanza, disponendo al riguardo mirati servizi straordinari.

Inoltre, è stato fatto il punto sulle attività in corso di rimozione di manufatti celebrativi abusivi dedicati ad esponenti della criminalità organizzata. All’esito di specifico tavolo tecnico presso la Questura, proseguiranno nei prossimi giorni le azioni di demolizione o di cancellazione, nonché di aggiornato monitoraggio sul territorio dell’intera area metropolitana.

Per il fine settimana, sono stati pianificati i controlli per il contrasto alla diffusione del virus da COVID – 19 con la previsione di un ulteriore rafforzamento dei servizi di vigilanza da parte delle Forze di Polizia e della Polizia locale, secondo i modelli operativi già sperimentati nello scorso weekend, anche con riferimento alle vie d’accesso che conducono alle spiagge e alle scogliere, riservando altresì particolare attenzione alla verifica del rispetto da parte degli esercenti degli orari di chiusura dettati dalla normativa per il contenimento del contagio, specie presso le aree del Lungomare e le altre zone della movida cittadina. Inoltre, anche a seguito di incontri del Prefetto con alcune realtà associative, sono stati disposti mirati servizi in alcune aree critiche, anche con il supporto dei dispositivi tecnologici di videosorveglianza.

In relazione, infine, alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’area di Torre Annunziata, è stato programmato il prossimo svolgimento in quella città del Comitato ordine e sicurezza pubblica.

Nelle giornate del 5 e 6 maggio scorso il Prefetto di Napoli ha adottato 6 decreti di chiusura di altrettanti esercizi commerciali ubicati in via Chiaia, largo San Giovanni Maggiore, piazza Municipio, via Salvatore Ferrara, piazza Montesanto e vico Figurelle a Montecalvario, per periodi dai 5 ai 15 giorni.
I provvedimenti sono scaturiti dai controlli effettuati dalla Polizia di Stato che hanno accertato che le rispettive attività commerciali erano inottemperanti alle misure anti Covid-19.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments