SALERNO – A seguito di una richiesta in emergenza del Comando di Polizia Municipale di Salerno, lo scorso 17 novembre tecnici del Dipartimento provinciale Arpac, a supporto della competente Azienda sanitaria locale, hanno effettuato un sopralluogo presso l’area di cantiere dell’ex plesso scolastico dell’Istituto Sacro Cuore in via Volontari della Libertà n. 56, alla presenza di agenti della Polizia municipale, di rappresentanti della stessa Asl e della società esecutrice dei lavori di demolizione. Nel corso del sopralluogo si è constatata la presenza, nell’area di cantiere, di due grossi cumuli di materiali misti di risulta derivanti dalla demolizione del fabbricato. Inoltre, su segnalazione della Polizia municipale, si è osservata la presenza di alcune parti in disuso di colonne fecali, sia adagiate al muro perimetrale che tra i cumuli di macerie.

Dato il sospetto che nel materiale in questione fosse presente amianto, i tecnici hanno comunicato ai soggetti competenti di procedere immediatamente alla necessaria messa in sicurezza sia delle parti residue di colonne fecali che dei cumuli di macerie. Lo stesso 17 novembre, Arpac ha proceduto a un campionamento di parte del materiale. Le risultanze analitiche, fornite dal Laboratorio regionale Amianto dell’Agenzia, hanno confermato la presenza di amianto di tipo crisotilo e crocidolite.

Lo scorso 23 novembre i tecnici del dipartimento provinciale Arpac hanno effettuato un ulteriore sopralluogo per la ricerca di fibre di amianto aerodisperse, effettuando due campionamenti di aria in punti posizionati rispettivamente a nord e a sud del sito di cantiere. Le risultanze analitiche, disponibili in data odierna, evidenziano un valore inferiore al limite di rilevabilità, risultato presumibilmente dovuto anche al fatto che con le piogge il materiale, umido, non rilascia fibre.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments