tarantina

NAPOLI – E’ stato vandalizzto ieri pomeriggio a Napoli il murales della Tarantina, nel cuore dei Quartieri Spagnoli nei pressi dello spazio comunale Liberi per Crescere. A denunciarlo l’assessoe al Welfare del Comune di Napoli Roberta Gaeta.

L’opera inaugurata qualche giorno fa, è stata imbrattata con della vernice nera e con una scritta che riporta la frase “non è Napoli”.

Conosciuta anche come “femminello” napoletano, la Tarantina è stata rappresentata artisticamente nei vicoli di Montecalvario, precisamente sulla parete esterna del Palazzetto Urban, dall’artista-madonnaro Vittorio Valiante.

L’inaugurazione dell’opera era stata una festa all’insegna dell’arte e della cultura, pensata come prima iniziativa di rigenerazione sociale del territorio a cui avevano partecipato anche cittadini ed istituzioni.

“È un gesto grave che ferisce quella Napoli che crede nei valori dell’integrazione, della solidarietà, della cultura, della fratellanza, dell’amore, del rispetto, delle differenze come ricchezza del genere umano.

Gesti come questi vanno condannati e denunciati, perché ledono lo spirito di ognuno di noi.

A chi ha scritto “non è Napoli” sento di dire che invece quel volto ci rappresenta, quella è proprio la nostra Napoli, la nostra ricchezza, il nostro valore….nonostante tutto, nonostante te”.

“Sdegno e tristezza per l’odioso atto di vandalismo ai danni del murales raffigurante la Tarantina, deturpato di notte con scritte omofobe”, scrive l’Arcigay Napoli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments