alberi virgiliano

NAPOLI – “Promuoveremo un found raising per finanziare l’acquisto di nuovi pini che sostituiscano quelli tagliati al Parco Virgiliano e in viale Virgilio. Siamo a fianco di chi ha installato i lumini di protesta in questi giorni”.

Lo hanno annunciato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il conduttore radiofonico, Gianni Simioli, e il produttore Alessandro Cannavale. L’iniziativa arriva a poche ore dall’apposizione di una serie di lumini sugli alberi troncati in viale Virgilio con tanto di requiem per i pini scomparsi.

“Una provocazione dei residenti per evidenziare l’importanza di quegli alberi in una zona della città di cui la vegetazione mediterranea è uno dei simboli. Una forte presa di posizione da parte della cittadinanza contro quello che appare come un vero e proprio scempio. L’installazione dei lumini rappresenta il grido di dolore dei napoletani che, anche sui social, denunciano il proprio disappunto per l’aspetto del Parco Virgiliano e delle strade di accesso”.

“L’iniziativa – spiega Gianni Caselli, consigliere del Sole che Ride alla I municipalità – sarà collaterale al bando per la piantumazione di nuovi alberi che sarà pubblicato dal Comune di Napoli. Il responsabile dell’ufficio verde di Palazzo San Giacomo Nando Ferranti ha riferito, nel corso di un’audizione presso la commissione Ambiente della I Municipalità, che la Città Metropolitana destinerà dei fondi per il ripristino dei pini. In calendario è previsto un incontro con la Soprintendenza per definire la road map.

Gli alberi tagliati saranno rimossi. Sarà l’occasione per procedere al rifacimento del manto stradale di via Tito Lucrezio Caro e viale Virgilio, dissestato dalla presenza delle radici dei pini troncati”. “Non lasceremo ai nostri figli una città senza verde – concludono i promotori del found raising – e sentiamo il dovere di collaborare in un momento in cui non ci sono risorse a sufficienza per procedere a questo intervento di ripristino del verde molto delicato e costoso. Lo scenario dell’area del Virgiliano priva dei filari di pini rappresenta un vero e proprio colpo al cuore.

Un affronto alla bellezza di un luogo che ha pochi eguali. Il nostro appello andrà a tutti coloro che possono contribuire a restituire al suo antico splendore uno dei parchi di maggior pregio della città. Napoli si ama anche con gesti concreti”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments