NAPOLI – Continua ad essere grave la situazione Scampia nell‘area dove sorge il campo nomadi. A pochi passi dall’istituto Galileo Ferraris, i cui studenti, tempo fa, avevano dato vita a una protesta contro i continui roghi tossici provenienti dal campo, continua ad essere una discarica a cielo aperto.

Un’altra segnalazione riguardante l’emergenza discariche del luogo arriva al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli da parte di un cittadino: “Ogni giorno residenti e studenti sono costretti  a respirare l’aria malsana e dall’odore acre e fastidioso per il fumo, proveniente dal confinante campo , prodotto dalla combustione di rifiuti anche pericolosi. Senza contare che qui è una continua discarica.”

“Abbiamo chiesto nuovamente degli interventi di bonifica ma non si può andare avanti così. L’unica azione risolutiva non può che essere la liberazione e la demolizione definitiva di tutti questi campi e dei programmi di reintegrazione sociale per evitare il riproporsi di certe situazioni che sono portatrici di degrado, criminalità, abusivismo e disagi in particolare per i bambini. Inoltre sono necessari interventi preventivi e combattere gli sversatori seriali e gli inquinatori inasprendo le pene previste. ”- le parole di Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments