NAPOLI – Dopo la devastazione della discarica di Caselle, nel quartiere di Pianura, per la quale era stato avviato il processo di messa in sicurezza, attraverso un progetto che prevedeva l’utilizzo di un batterio con l’obiettivo di far crescere centinaia di alberi di paulonia, in un luogo dove prima vi erano rifiuti e degrado, finalmente si può ricominciare a parlare di bonifica e recupero.

All’epoca gli alberi furono tagliati e spezzati e la targa che descriveva il “progetto Biom” vandalizzata.

Ora il territorio dell’ex discarica Caselle può dunque essere recuperato, come spiega il consigliere regionale Marco Nonno.

Il consigliere comunale Giorgio Longobardi, spiega i dettagli del progetto che prevede anche la bonifica della cava accanto all’ex discarica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments