NAPOLI – “In tre giorni due ambulanze sono state aggredite. L’ultimo episodio di violenza si è verificato ai danni di un mezzo del gruppo Bourelly in via Piave dove gli operatori erano stati contattati per un codice rosso e dopo aver riscontrato il decesso sono stati aggrediti dai familiari che hanno minacciato di dar fuoco all’ambulanza. L’autista è stato trasportato in ospedale, i carabinieri sono intervenuti ma la situazione è sempre più incandescenze. Un episodio che segue l’aggressione verbale avvenuta due giorni fa in zona Pignasecca con minacce di stampo camorristico”, ha spiegato da Guido Bourelly del Gruppo Bourelly service che opera per il 118.
“Oltre ad esprimere solidarietà ai titolari e soprattutto al lavoratore chiediamo alle autorità maggior controlli. Il fenomeno delle aggressioni alle ambulanze si sta facendo sempre più preoccupante e in questa lunga emergenza dovuta al Covid appare ancor più grave che non si riesca a bloccare. E’ necessario affrontare rapidamente questa emergenza per tutelare gli operatori delle ambulanze”, ha commentato Luigi Muto, responsabile FediSalute Confcommercio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments