NAPOLI – Gli studenti del liceo Elsa Morante di Scampia non hanno saputo contenere l’entusiasmo quando la Fanfara del 10° Reggimento Campania ha intonato lo spartito della celeberrima “O’ surdat nnammurat”, storica canzone napoletana scritta dal poeta Aniello Califano.

L’occasione è stata quella della Festa della Legalità, introdotta dalla “padrona di casa”Prof.ssa Giuseppina Marzocchella, Dirigente del Liceo Statale Elsa Morante.

Un incontro nel quale si è dato il peso giusto al dualismo istituzioni-cittadino. Quella parte sana della popolazione che investe e deve investire fiducia nelle istituzioni, affinché la cultura della legalità avanzi su quella delle armi e della prevaricazione. Toccanti gli interventi di Emanuela Piantadosi, orfana del Maresciallo Capo dei Carabinieri Stefano Piantadosi, MOMC, Presidente Vittime del Dovere e Ambra Minervini, orfana del magistrato Girolamo Minervini, Vicepresidente Associazione Vittime del Dovere. E ancora quelli di Alessandro Luzzi, orfano del Maresciallo Scelto dell’Aeronautica Militare Lido Luzzi, MOVC, Segretario Generale Associazione Vittime del Dovere e Mariagrazia Mandato, orfana del Maresciallo del Corpo degli Agenti di Custodia Pasquale Mandato, MOMC.

Presenti all’incontro anche il Maggiore Guido Volpe, Comandante della Compagnia Carabinieri di Napoli Stella che ha dichiarato: “Questi incontri servono soprattutto ad avvicinare gli studenti alle istituzioni e a mostrare come attraverso un’alleanza educativa si possano raggiungere traguardi significativi per rendere la nostra società sempre migliore”

Contributi forniti anche dalla Dr.ssa Giulia RUSSO, Direttore del Centro Penitenziario “P.Mandato” di Secondigliano Napoli, dal Maggiore Luca Cruciato, Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano, dal Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Dr. Raffaele Esposito e dal Dirigente del Commissariato di P.S. Secondigliano.

E, infine, come anticipato l’apprezzata esibizione della Fanfara del 10° Reggimento Campania.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments