GIUGLIANO – Lo scorso 30 ottobre a Lago Patria una geriatra che stava svolgendo una visita di controllo è stata brutalmente aggredita dalla figlia di una paziente. La vittima è riuscita a filmare tutto con il suo telefonino.

Dopo essere stata afferrata per il collo e trattenuta all’interno di un cancello ha cercato di far ragionare la donna ma, quando quest’ultima si è accorta che il medico stava registrando con il cellulare quanto accadeva, è scattata un’aggressione ancora più selvaggia.

Il cellulare cade a terra e si sentono solo le strazianti grida di aiuto della vittima.

Il video è stato segnalato da un medico di base al deputato di Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Un video drammatico per il quale voglio esprimere prima di tutto solidarietà al medico aggredito – ha commentato Borrelli.

Oramai medici e infermieri, dentro e fuori le strutture ospedaliere, sono sempre più esposti a violenze di ogni genere mentre svolgono il loro lavoro.

Una deriva inaccettabile che deve essere arginata prima che accadano nuovi e ancor più gravi episodi.

Non esistono giustificazioni di sorta per chi aggredisce un operatore sanitario.

Bene ha fatto la dottoressa a registrare l’accaduto e a denunciare. Ma adesso serve una risposta dura da parte dello Stato che deve punire severamente questi episodi impedendo che questi violenti possano ancora nuocere”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments