La spiaggia libera delle Rotonda Diaz, conosciuta ai più come “il lido mappatella”, si presenta in gravi situazioni, diverse siringhe, infatti, spuntano dalla sabbia della spiaggia.

“È una situzione a cui dobbiamo porre molta attenzione. Questa spiaggia, non solo in estate, ma ogni qualvolta c’è una giornata calda e soleggiata è molto frequentata, soprattutto da bambini, che giocano e scavano nella sabbia ed inoltre, trattandosi, appunto, di una spiaggia molti vi camminano a piedi nudi per cui queste siringhe sono un serio pericolo per tutti.

Abbiamo fatto tante battaglie per rendere questa spiaggia fruibile dai cittadini, ripulendola, dotandola di servizi e di controlli grazie al servizio risorsa mare del comune di Napoli. Bisogna subito bonificare la spiaggia e fare interventi di pulizia continuativi e soprattutto serve poter controllare l’area affinché la spiaggia non diventi ritrovo di tossici ed incivili che sporcano rendono pericolosa questa spiaggia che è patrimonio di tutti.” – sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Sembra che sia ritornato il fenomeno delle siringhe, ne sono state trovate anche in altre zone.

Vedere un spazio così importante per i bambini ridotto in tale stato fa molta rabbia perché vuol dire che non si dà importanza alle nuove generazioni, vuol dire non volersi prendere cura di loro e non volerli educare. La spiaggia va assolutamente ripulita al più presto e le operazioni di pulizia devono essere costanti, bisogna ridare gli spazi adatti ai più giovani.” –hanno proseguito i Consiglieri dei Verdi della Municipalità I Benedetta Sciannimanica e Gianni Caselli.

Il Lido Mappatella pieno di siringhe

Il Lido Mappatella pieno di siringhe. Verdi: “Abbiamo fatte tante battaglie per questa spiaggia. Si deve ripulire e bonificare l’area e fare in modo che non diventi ritrovo di tossici ed incivili, bisogna ridare spazi sicuri ai bambini.”La spiaggia libera delle Rotonda Diaz, conosciuta ai più come “il lido mappatella”, si presenta in gravi situazioni, diverse siringhe, infatti, spuntano dalla sabbia della spiaggia.“È una situzione a cui dobbiamo porre molta attenzione. Questa spiaggia, non solo in estate, ma ogni qualvolta c’è una giornata calda e soleggiata è molto frequentata, soprattutto da bambini, che giocano e scavano nella sabbia ed inoltre, trattandosi, appunto, di una spiaggia molti vi camminano a piedi nudi per cui queste siringhe sono un serio pericolo per tutti.Abbiamo fatto tante battaglie per rendere questa spiaggia fruibile dai cittadini, ripulendola, dotandola di servizi e di controlli grazie al servizio risorsa mare del comune di Napoli. Bisogna subito bonificare la spiaggia e fare interventi di pulizia continuativi e soprattutto serve poter controllare l’area affinché la spiaggia non diventi ritrovo di tossici ed incivili che sporcano rendono pericolosa questa spiaggia che è patrimonio di tutti.” – sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.“Sembra che sia ritornato il fenomeno delle siringhe, ne sono state trovate anche in altre zone. Vedere un spazio così importante per i bambini ridotto in tale stato fa molta rabbia perché vuol dire che non si dà importanza alle nuove generazioni, vuol dire non volersi prendere cura di loro e non volerli educare. La spiaggia va assolutamente ripulita al più presto e le operazioni di pulizia devono essere costanti, bisogna ridare gli spazi adatti ai più giovani.” –hanno proseguito i Consiglieri dei Verdi della Municipalità I Benedetta Sciannimanica e Gianni Caselli.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Lunedì 17 febbraio 2020

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami