NAPOLI – Anche Tony Colombo, come sua moglie Tina Rispoli, resta in carcere. Il tribunale del Riesame ha confermato la misura cautelare del carcere emessa nelle scorse settimane dal Gip di Napoli nell’ambito di un’indagine sugli investimenti del clan Di Lauro.

Secondo le accuse, i coniugi sarebbero stati finanziatori, fornendo denaro per attività (lecite e illecite) di Vincenzo Di Lauro, secondo figlio del capoclan Paolo Di Lauro alias “Ciruzzo ‘o milionario”, recluso al 41 bis da anni.

“Per noi non è certo una sorpresa e con ci meraviglia la decisione del Riesame. Adesso, però, bisogna andare oltre e quindi chiediamo che si faccia luce una volta e per tutte sul patrimonio ultra milionario- in particolare quello della vedova di camorra- sui loro rapporti attuali con il clan di Lauro e che si proceda con l’inchiesta sulle case celesti. Da anni ci battiamo per evidenziare e denunciare tutte le attività illecite della coppia. Se saranno confermate le accuse, ci aspettiamo una pena durissima ed esemplare.”- questo è il commento del deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli che già in passato, e più volte, aveva puntato il dito sugli illeciti e sui legami con il mondo della malavita organizzata della coppia Colombo-Rispoli ricevendo da quest’ultima durissimi attacchi mediatici e personali.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments