CAIVANO – Ieri pomeriggio e fino a tarda serata i carabinieri della compagnia di Caivano hanno effettuato una serie di controlli e perquisizioni. I militari si trovano a fronteggiare una criminalità sempre più attenta nello spaccio di droga e nel traffico di armi. Sistemi sofisticati di allarmi, videocamere a circuito chiuso, nascondigli sottoterra ma anche cassette postali con doppio fondo.

Vani ascensori e aiuole nelle aree pubbliche sembrano aver lasciato spazio ad una dimensione diversa e più laboriosa: un’edilizia illegale e non parliamo di abusivismo.
Trovati, in uno stabile abbandonato di via Cairoli, circa 300 grammi di cocaina.
La droga era suddivisa in 6 pacchi sottovuoto, è stato sequestrato anche il materiale per il confezionamento.
Tutto era nascosto in una cassaforte creata artigianalmente che si trovava in una botola murata ad hoc. Calce, cemento e stucco ancora freschi con i militari che hanno sequestrato l’intero blocco che conteneva la droga.
L’attenzione resta costante e le indagini dei carabinieri proseguono

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments